Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è
LAVORI PUBBLICI Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è
NORMATIVA

NTC: si avvia al termine la vigenza-lampo del DM 2005

di Rossella Calabrese

La Camera modificherà l’art. 20 del decreto Milleproroghe chiarendo la disciplina del periodo transitorio

Vedi Aggiornamento del 14/04/2008
Commenti 20452
19/02/2008 - Riprende oggi alla Camera l’esame della legge di conversione del DL 248/2007 (decreto Milleproroghe) che, all’articolo 20, contiene la disciplina del periodo transitorio delle norme tecniche per le costruzioni. Ricordiamo che il DM 14 gennaio 2008 , recante “Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni”, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 29 del 4 febbraio 2008 ed entrerà in vigore il 5 marzo prossimo. L’articolo 20 del Milleproroghe – ricordiamo – sottopone le revisioni generali delle norme tecniche ad una fase transitoria di 18 mesi, durante la quale sarà possibile applicare, in alternativa, anche la disciplina previgente. Quindi, fino all’entrata in vigore del DM 14 gennaio 2008, che sostituirà il DM 14 settembre 2005, il periodo transitorio riguarda una norma non ancora vigente; contemporaneamente però è scaduta la proroga dell'entrata in vigore del DM 14 settembre 2005 che, ad oggi è vigente. La modifica dell’articolo 20 è praticamente certa: la Commissione Ambiente della Camera ha subordinato il suo parere favorevole sul provvedimento proprio alla riformulazione dell'articolo 20, volta a precisare se, in alternativa all'applicazione delle nuove norme tecniche delle costruzioni, trovino applicazione le norme tecniche di cui al DM del 2005 oppure la normativa previgente, risalente al 1996. Quasi tutti gli emendamenti presentati in Commissione Ambiente sono sostitutivi dell’articolo 20, e prevedono una ulteriore proroga del periodo transitorio; la maggior parte delle proposte emendative fissa il nuovo termine al 31 dicembre 2008, alcuni propongono di differirlo al 30 giugno 2009 ( leggi tutto ). Nel frattempo alcune Regioni , tra cui la Campania, hanno bloccato, dal 1° gennaio 2008, le autorizzazioni ai progetti redatti ai sensi dei decreti ministeriali del 1996; altre Regioni hanno invece seguito una strada diversa: ad esempio la Basilicata continua ad accettare progetti redatti secondo le vecchie norme tecniche di cui ai Decreti Ministeriali del 1996. A sostegno dell’applicabilità dei DM del 1996 è intervenuta l’ Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo che, nel parere n. 5677 dell’1.2.2008, ha fornito affermato l’efficacia sia dei decreti del 1996, sia del DM 2005, con conseguente possibilità di scelta del professionista ( leggi tutto ). Ricordiamo, infine, che dal DM 14 gennaio 2008 sono state escluse le tabelle 4.4.III e 4.4.IV e del Capitolo 11.7 , concernenti il legno, contestate dall’Austria in quanto ostacolerebbero la libera circolazione dei servizi o la libertà di stabilimento degli operatori ( leggi tutto ).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui