Carrello 0
Agrigento valorizza il Waterfront di San Leone
CONCORSI

Agrigento valorizza il Waterfront di San Leone

di Cecilia Di Marzo

Concorso internazionale nell’ambito di A.qua.S.

06/03/2008 - La Provincia Regionale di Agrigento nell'ambito del programma A.qua.S - Architetture di qualità in Sicilia promosso dalla Regione Siciliana - Assessorato dei beni culturali, Ambientali e della Pubblica Istruzione, DARC Sicilia Sicilia (Dipartimento per l'architettura e l'arte contemporanea) - bandisce un Concorso Internazionale di Idee per "Valorizzazione Waterfront San Leone in Agrigento" . La Provincia Regionale di Agrigento con il Darc Sicilia intendono acquisire una pluralità di proposte innovative di qualità per la valorizzazione e la riqualificazione dell’area urbana di margine della porzione di litorale della costa meridionale della Sicilia in territorio di Agrigento, caratterizzata da una stretta relazione tra la città e l’acqua, comunemente identificato come “Lungomare di San Leone”. La scelta del sito deriva da riflessioni e dibattiti che da tempo vertono sulla situazione della costa agrigentina e di San Leone. Il lungomare Sanleonino, in particolare, negli ultimi anni ha vissuto un progressivo deterioramento del rapporto centro urbano-mare, anche a causa delle sistemazioni adottate nel passato e della carenza di servizi a disposizione degli abitanti del luogo e dei turisti. L’Ente banditore con la scelta della forma del Concorso Internazionale di Idee si prefigge di acquisire o definire le trasformazioni urbane dell’area stabilire un quadro di modificazione possibile del territorio e far si che lo strumento del concorso dia vita ad un programma di sostenibilità, una macchina di lavoro ad ampio raggio di interesse ed applicazione. Nelle previsioni progettuali dovranno coesistere azioni atte a: - dare qualità architettonica ed urbana ai possibili scenari futuri nei quali l’attrattività progettuale sia la garanzia per portare all’interno dell’area, lo sviluppo sociale ed economico, con soluzioni possibili di autofinanziamento e risorse aggiuntive; - assistere ed ascoltare i bisogni del territorio nel loro continuo mutamento e nell’evoluzione delle funzioni, da connettere e relazionare ai contesti consolidati all’intorno; - individuare una metodologia di lavoro che possa portare ad una strategia innovativa per la trasformazione sociale e del paesaggio; -riqualificare aree di interesse strategico con riconversioni morfologiche e funzionali e con l’aggiunta di servizi per la collettività; Il concorso si articola in due fasi con una fase intermedia di scambio con la cittadinanza. Il concorso si articola in 2 fasi con una fase intermedia di scambio con la cittadinanza. Ai progettisti che parteciperanno al concorso, si richiede l’elaborazione di idee che rispondano alle esigenze del territorio, prevedendo i cambiamenti del suolo ed i possibili impatti e scenari con l’innesto del progetto in loco. Questo porterà il progettista o il gruppo di progetto a non escludere nella proposta progettuale anche la probabile modificazione dell’intorno, (strade, spazi ed edifici pubblici, giardini, terreni privati, facciate prospicienti i luoghi di progetto, ecc…) e ad attribuire ad esso nuovi ruoli interpretativi funzionali. Il Concorso d’Idee pone la sua attenzione alla riconfigurazione del waterfront di San Leone ed al suo ridisegno urbano che leghi tra loro tutti gli elementi descritti, al fine di migliorare e fornire l’area di un piano di sviluppo strategico di integrazione sociale, ecologica ed economica che terrà conto dei seguenti temi: - riqualificazione e ridefinizione dell’area per il miglioramento della fruizione della stessa; - il miglioramento delle accessibilità e degli spazi prospicienti il mare; - la valorizzazione dell’esistente e degli elementi naturali; - la connessione delle parti e la nuova viabilità carrabile e ciclopedonale. Data scadenza per l’ iscrizione e la consegna degli elaborati è fissata per il 30 aprile 2008 . Entro 15 giorni dalla scelta dei progetti candidati per la 2a fase di progetto, l’Ente Banditore trasmetterà i risultati a tutti i selezionati mediante comunicazione personale tramite raccomandata anticipata via fax. Ai primi 7 selezionati sarà attribuito un rimborso in denaro di €. 5.000,00 al lordo di tutti gli oneri di legge e dell’IVA se dovuti. Entro 5 giorni dalla selezione dei progetti da parte della Commissione giudicatrice, l’Ente banditore la proclamerà il vincitore. Il vincitore oltre al rimborso ricevuto nella fase di prequalifica di € 5.000,00, riceverà un premio di €. 15.000,00 fino all’ammontare di € 20.000,00 al lordo di oneri di legge di IVA, se dovuti.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati