Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
NORMATIVA Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
CONCORSI

Torino prepara il concorso per il Forte di Finestrelle

Bando presentato al Congresso mondiale UIA Torino 2008

Commenti 2562
04/03/2008 - Il Forte di Fenestrelle e la Ridotta Carlo Alberto saranno presto oggetto di un concorso internazionale di idee. Nell'anno del XXIII Congresso Mondiale degli Architetti UIA , la Provincia di Torino intende lanciare un grande concorso internazionale di idee e progettazione sul proprio monumento simbolo: il Forte di Fenestrelle. Il concorso sarà bandito in collaborazione con l'Ordine degli Architetti della Provincia di Torino e con il Consiglio Nazionale degli Architetti. Il Forte di Fenestrelle costituisce un importante segno territoriale sia dal punto di vista architettonico sia sul piano paesaggistico per la sua storia, consistenza edilizia, estensione e collocazione lungo la valle che un tempo difendeva. Abbandonato per anni dopo il cessare degli usi militari, da qualche lustro torna ad essere oggetto di interesse specifico anche grazie al lavoro ed alla passione di una associazione culturale locale, l'Associazione San Carlo, che ne ha sollecitato la riscoperta ed il recupero. Un impegno speciale, anche economico, ha portato in questi anni al recupero di alcune parti della fortezza consentendone una prima fruizione con percorsi di visita interessanti; tuttavia è proprio la grande estensione della struttura che richiede un impegno speciale e soprattutto un progetto convincente ed efficace sia per il recupero fisico che per l'utilizzo complessivo della struttura dal punto di vista dell'offerta culturale e della gestione del monumento. La Provincia di Torino intende richiedere il contributo degli architetti di tutto il mondo attraverso un concorso internazionale, concorso il cui bando sarà presentato durante il Congresso Mondiale UIA di Torino. Le linee guida del concorso saranno studiate da un Comitato Scientifico, che orienterà e definirà i contenuti del bando, mentre la programmazione del concorso sarà curata dalla Fondazione OAT. Il comitato scientifico, che ha iniziato la sua attività il 29 febbraio, è composto da: • Andrea Bruno, architetto, Italia • Carla Di Francesco, architetto, Italia • Marta Francocci, storica dell'arte, Italia • Aurelio Galfetti, architetto, Svizzera • David Pace, architetto, Malta. I risultati del concorso sono previsti per la fine del 2008. Fonte: ufficio stampa OAT

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui