Carrello 0
Bolzano inaugura il nuovo Museion
ARCHITETTURA

Bolzano inaugura il nuovo Museion

di Roberta Dragone

Il progetto è dello studio berlinese KSV Krueger Schuberth Vandreike

26/05/2008 – È stato inaugurato sabato 24 marzo il nuovo Museion - museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano : un parallelepipedo in vetro e alluminio dal forte impatto visivo che si configura come elemento di connessione tra centro storico e città nuova. Il progetto è firmato dagli architetti dello studio berlinese KSV Krüger Schuberth Vandreike .
 
Il legame fisico e simbolico che la struttura stabilisce tra le due parti della città è determinato dalla trasparenza della facciata principale e di quella corrispondente sul lato opposto, entrambe aperte; ed è completato dalle curve ondeggianti del ponte in acciaio e vetro che, parte integrante del progetto, consente ai visitatori di attraversare il fiume Talvera per raggiungere l’interno del museo.
 
I due lati aperti del parallelepipedo – lungo 54 m ed alto 25m – sono stati disegnati a tronco di piramide con la punta rivolta verso l’interno della struttura. Entrambi trasparenti, durante il giorno fungono da vetrina sul Museo per il flusso esterno dei visitatori e sul paesaggio circostante per coloro che si trovano all’interno. Con il tramonto si trasformano in pannelli espostivi per proiezioni d’arte o cinematografiche commissionate dal Museion. Si tratta di facciate vetrate, integrate da lamelle orientabili di protezione in vetro smerigliato, che consentono di regolare l’ingresso della luce naturale all’interno. Di sera la superficie traslucida delle lamelle, completamente chiuse, diventa un prezioso spazio di comunicazione visiva.
 
In contrasto con le due facciate frontali, i lati più lunghi del parallelepipedo sono rivestiti in piastre sagomate di alluminio. Diversamente dal tradizionale rivestimento in lamiera – spiegano gli autori del progetto – le piastre sagomate consentono di ottenere molteplici possibilità di forme.
 
Il ponte è stato concepito come scultura tridimensionale completata da due curve ondeggianti che si alzano sul Tavera senza sostegno diventando più sottili in corrispondenza del punto centrale della struttura. Nei corrimano di vetro sono state installate delle luci che di sera illuminano il percorso che conduce all’interno del museo.
 
Gli spazi interni sono caratterizzati da fluidità e apertura: i diversi "livelli dell'arte" - aree espositive e per manifestazioni, laboratori didattici, biblioteca, caffetteria e shop - sono suddivisi in stretta interrelazione.
 
Il concetto di Museion come officina dell’arte si concretizza nella vicina casa atelier, creata per le attività di residenze d'artista.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati