Carrello 0
Al Fuori Salone 2008 i mobili per ufficio Royal Ahrend
DESIGN NEWS

Al Fuori Salone 2008 i mobili per ufficio Royal Ahrend

di

Presentati a Milano quattro nuovi prodotti

06/05/20089 – Durante il Fuori Salone svoltosi a Milano dal 16 al 21 Aprile 2008, l’azienda olandese di mobili per ufficio Royal Ahrend N.V. ha presentato quattro nuovi prodotti. In Zona Tortona, il famoso distretto per designer e architetti, Ahrend ha occupato un intero piano all’interno di un bell’edificio d’epoca. Tema ‘World wide working’ Il nostro mondo è in costante movimento: grazie alle tecnologie dell’informazione e all’affermazione di un’economia globale siamo sempre più liberi di scegliere dove, quando, come e con chi vogliamo lavorare. Le tecnologie dell’informazione consentono di scambiare idee, valicando i confini spazio-temporali. Le organizzazioni si trasformano, in misura sempre maggiore, in strutture aperte e piatte dove il lavoro, organizzato in modo flessibile, è condotto in squadre e secondo progetti in evoluzione. In questo modo i confini dell’ufficio si dissolvono: la rete diventa l’ufficio e l’ufficio diventa la rete. Ahrend riconosce e risalta questa evoluzione. In quanto parte di un network internazionale, cerca di individuare prodotti e servizi che migliorino la cooperazione e la condivisione di informazioni e, così facendo, contribuisce a innescare sviluppi sostenibili, sia per il presente che per il futuro. Prototipo di un tavolo Ahrend Jetstream, designer Marijn van der Poll Appena entrati nell’area espositiva, i visitatori si imbatteranno nello spettacolare e originale tavolo a forma di ala di aeroplano, creato dalla designer Marijin van der Poll, che spiega così le origini della sua creazione: “Il nome ‘Cometa’ si riferisce al leggendario De Havilland Comet, il primo aereo di linea commerciale che trasportava passeggeri intorno al mondo tra gli inizi degli anni Cinquanta e gli Ottanta inoltrati e ha fornito la base da cui è stato sviluppato l’aereo militare Hawker Siddeley Nimrod, ancora in servizio. Comet non ha cassettiere o altri accessori. Piuttosto stiamo andando verso un ambiente di lavoro open space dove si può lavorare sia con un computer portatile che con un palmare. Comet è molto più di una semplice dichiarazione: attraverso la sua forma unica aggiunge qualcosa in più alla percezione del lavoro in ufficio senza perdere nessuna funzionalità.” Il modello esposto è in poliestere con struttura interna in acciaio. Il piano di lavoro di Comet è rifinito in vernice high-gloss. Prototipo di una seduta Ahrend Clipline, designer Frans de la Haye A seguire, lungo lo spazio espositivo, i visitatori incontreranno la formidabile nuova sedia disegnata da Frans de la Haye, che condivide alcune riflessioni sulla sua confortevole sedia girevole dal design senza tempo: “Sotto questa originale sedia possono essere riposti oggetti, come un computer portatile, invece di appoggiarli per terra dove c’è sempre il rischio di investirli con la sedia o di inciamparci sopra.” La seduta esposta fa parte di una famiglia comprendente tre varianti collegate. La splendida “Solid” è realizzata in pannelli di quercia e le sospensioni inserite nella seduta e nello schienale la rendono straordinariamente comoda. “Soft” ha una struttura in acciaio e, come suggerisce il nome, un’imbottitura piacevolmente soffice. Infine, “Ply” è realizzata in compensato sagomato. La seduta e lo schienale sono ricurvi per offrire un supporto ottimale, facendo di questa sedia il non plus ultra del comfort. Tutte le sedie sono provviste di solidi e duraturi cuscinetti a sfera disegnati in Giappone appositamente per questo prodotto. Sistema Ahrend 750 “open leg”, designer Wijtse Rodenburg L’ultimo pezzo forte è la combinazione di una nuova variante della postazione di lavoro Ahrend 750 e la nuova sedia Ahrend 250 con schienale a maglia e imbottito. Nuova nell’ultima versione del sistema Ahrend 750 è l’unità con gamba a N, che gli conferisce un attraente design a “cornice aperta” e rimpiazza i tradizionali pannelli chiusi, senza comprometterne la qualità e la stabilità. La versione originale di Ahrend 750 è stata presentata nel 2007 per una modalità di lavoro flessibile e ha decretato la nascita della seconda generazione di postazioni di lavoro. Adatto al lavoro individuale, come al lavoro di squadra, questo mobile occupa poco spazio e offre piena libertà personale, comfort ed ergonomia. Il design versatile e multifunzionale consente di usare il sistema Ahrend 750 come postazione di lavoro tradizionale o di rappresentanza, come tavolo per lavoro di gruppo, per conferenze, studio o lettura, a seconda delle necessità. Il sistema Ahrend 750 è stato progettato dal designer Wijtse Rodenburg. Seduta Ahrend 250 con schienale in maglia, designer Frans de la Haye La famosa sedia Ahrend 250, disegnata da Frans de la Haye, è stata presentata nel 2006 come la prima seduta con schienale in membrana del mondo. La nuova variante, che verrà introdotta nel 2008, sarà caratterizzata sia da uno schienale a maglia che imbottito. Grazie alle varietà di possibilità, la sedia offre un comfort finora sconosciuto all'architetto come all’utente finale. Qualunque sia la sua funzione, questa seduta è e rimane una soluzione confortevole, ergonomica e attraente che si intona perfettamente con un design senza tempo. Il tema della presenza Ahrend al Fuori Salone 2008 e lo spazio espositivo Lo spazio espositivo di Ahrend occupa un intero piano di un bel palazzo d’epoca in Zona Tortona. L’allestimento è stato studiato dall’architetto belga Luc Buelens che ha sviluppato il tema di Ahrend ‘World Wide Working’. Spiega Buelens: “Essere in rete e cooperare sono tipiche attività umane. Entrando nello spazio Ahrend il visitatore si troverà immediatamente dinnanzi a numerose immagini di persone sulle pareti. Fra le varie immagini sono posizionati degli specchi perché anche il visitatore prenda parte alla parete umana. Le persone fotografate indossano delle T-shirt con degli slogan, come le persone che saranno presenti negli stand.” Continua Buelens: “Oggi il consumatore richiede sostenibilità, ecologia ed ergonomia. Se la gente si incontra vicendevolmente e comincia a comunicare, le soluzioni arrivano. Ahrend rende questo possibile: facilita le soluzioni e agisce come mediatore.” Per ulteriori informazioni sui prodotti dell’azienda: Remon van Rijn, Press officer, Koninklijke Ahrend N.V. Tel. +31 (0)6 12 68 44 23, E-mail rvrijn@ahrend.com. www.ahrend.com www.marijnvanderpoll.com www.world-wide-working.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati