Carrello 0
FINANZIAMENTI

Bando UE da 28 mln di euro per l’eco-innovazione

di Rossella Calabrese

Tra gli obiettivi: edilizia sostenibile e uso di materiali locali o riciclati

Vedi Aggiornamento del 18/05/2010
06/05/2008 - Promuovere approcci innovativi all’eco-innovazione, rimuovere gli ostacoli che ne impediscono un’ampia applicazione, creare un mercato allargato per prodotti e servizi eco-innovativi e accrescere le capacità di innovazione delle PMI. Sono questi gli obiettivi dell’iniziativa europea “CIP-Eco-Innovation 2008 - Azioni nel settore dell’ecoinnovazione del programma quadro per la competitività e l'innovazione” che mette a disposizione di imprese, organizzazioni internazionali, enti privati e pubblici un budget di 28 milioni di euro . Il bando supporta i seguenti tipi di azioni: - processi di produzione ecologici, con preferenza per quei settori che hanno un considerevole impatto ambientale, come l’edilizia, l’industria alimentare e il riciclo dei rifiuti; - prodotti e servizi innovativi ed eco-compatibili, inclusi approcci innovativi all’eco-progettazione dei prodotti e all’eco-etichetta; - sostegno alle imprese (in particolare alle PMI) al fine di rendere più ecologica la loro attività, i loro prodotti e i propri metodi di gestione – con particolare riferimento allo sviluppo di approcci innovativi ai sistemi di gestione ambientale e ad una maggiore eco-efficienza. Le aree prioritarie individuate dal programma sono quattro: riciclo dei materiali, edilizia, settore alimentare, business verde/acquisti intelligenti. Per quanto riguarda l’ edilizia , gli obiettivi sono i seguenti: - promuovere processi o prodotti edilizi caratterizzati da un uso più razionale delle risorse naturali e da un minore impatto ambientale; - sviluppare servizi per un’edilizia sostenibile, promuovendo l’uso di materiali provenienti da risorse locali o rinnovabili, non tossici, riutilizzabili, o di materiali riciclati, nonché l’ottimizzazione dei sistemi, in particolare di quelli per la riduzione dei rifiuti; - promuovere sistemi idraulici innovativi per l’edilizia, inclusi i sistemi per il risparmio dell’acqua, per l’uso dell’acqua riciclabile, per la raccolta e il riutilizzo dell’acqua piovana, o tetti ecologici. Un numero limitato di progetti facilmente replicabili e visibili sull’edilizia sociale possono essere coperti dal budget di questo bando, purchè siano relativi ad interventi di riequipaggiamento di materiali sostenibili in edifici esistenti. Il Programma finanzierà dal 40 al 60% dei costi complessivi, in relazione alla dimensione dell’impresa partecipante. Le domande devono essere presentate entro l’ 11 settembre 2008 . Scarica la Documentazione
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati