Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus fiscali sulla casa e sulle pertinenze, le indicazioni delle Entrate
RISPARMIO ENERGETICO Bonus fiscali sulla casa e sulle pertinenze, le indicazioni delle Entrate
NORMATIVA

Sicurezza sul lavoro: il Testo Unico in Gazzetta Ufficiale

di Rossella Calabrese

Entrata in vigore differita per l’obbligo di redazione del documento di valutazione dei rischi

Vedi Aggiornamento del 09/01/2009
Commenti 41452
05/05/2008 - È stato pubblicato sul supplemento ordinario n. 108 alla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 30 aprile 2008, il Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 , il Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il provvedimento, cha attua l’art. 1 della Legge n. 123 del 3 agosto 2007 , è stato approvato dall’ultimo Consiglio dei Ministri del Governo Prodi, il 1° aprile scorso e riordina le numerose disposizioni che sono state emanate nell’arco degli ultimi sessanta anni. Tra le principali novità contenute nel nuovo Testo Unico segnaliamo: - l’estensione delle norme a tutti i settori di attività, privati e pubblici, a tutte le tipologie di rischio e a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi; - il rafforzamento delle prerogative delle rappresentanze dei lavoratori in azienda; - la rivisitazione e il coordinamento delle attività di vigilanza; - il finanziamento delle azioni di formazione e informazione come l’inserimento nei programmi scolastici e universitari della materia della sicurezza sul lavoro; - l’eliminazione o la semplificazione degli obblighi formali; - la revisione del sistema delle sanzioni. Entreranno in vigore tre mesi dopo la pubblicazione, le disposizioni che prevedono nuovi adempimenti rispetto a quelli già previsti dal Dlgs 626/1994, come la redazione del documento di valutazione dei rischi. È previsto l’arresto da 4 a 8 mesi o l'ammenda da 5.000 a 15.000 euro nei casi di mancata redazione del documento di valutazione dei rischi o di mancata nomina del responsabile del servizio di prevenzione. È invece punibile con l'arresto da 6 mesi ad un anno la mancata valutazione dei rischi nelle imprese pericolose come i cantieri edili particolarmente complessi. Il nuovo Testo Unico abrogherà numerose leggi, tra cui il Dlgs 626/1994, il Dlgs 494/1996 e l’articolo 36 bis, commi 1 e 2 del DL 4 luglio 2006 n. 223 (primo decreto Bersani).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui