Carrello 0
AZIENDE

Vicenza inaugura la nuova sede della Centrale del latte

Il laminato in zinco-titanio zintek® per il rivestimento di facciata

20/06/2008 – A quasi 80 anni dalla sua nascita, la Centrale del latte di Vicenza trasloca nella nuova sede di via Faedo, nei pressi del casello autostradale di Vicenza est. Una grande struttura di 13mila metri quadrati sarà dunque il punto di riferimento per la raccolta e il trattamento del latte vicentino e del Veneto, e la produzione di yogurt, formaggi, dessert, panna e uova.
 
Nell’ottica di rilanciare l’immagine della centrale e dei suoi prodotti non come semplici beni, ma come tesori della città e dei suoi abitanti, la committenza ha voluto un complesso moderno, efficiente e curato in ogni dettaglio, che sapesse porsi nei confronti della collettività come un servizio, in piena trasparenza.
 
La qualità degli impianti è stata certificata secondo le normative ISO 9001:2000 e UNI 10939 del 2001, mentre il comfort del personale viene garantito dal controllo di temperatura, luce e rumore.
 
Di questi, collegati tra loro da un corridoio sospeso, l’uno ospita la produzione, lo stoccaggio e i servizi al personale, mentre l’altro comprende i reparti amministrazione e direzione, più un’aula per la formazione e un punto vendita al pubblico. Lo stabile è poi circondato da un’area verde di oltre 6.000 metri quadrati, con piante selezionate in base al colore delle foglie, ai profumi e al periodo di fioritura, e un bacino di compensazione che ha la forma di un piccolo lago.
 
Per ridurre il più possibile la parte funzionale della centrale con quella impiantistica, si è scelto di integrare quest’ultima nei corpi di fabbrica tramite la costruzione di una sorta di guscio che inglobasse entrambe: a tal fine è stato scelto il laminato in zinco-titanio zintek® per il rivestimento di facciata, che ricopre e protegge la struttura, esaltandone il profilo e abbinando resa estetica a elevata qualità di prestazioni, dal momento che non necessita di interventi di manutenzione e manifesta un’eccezionale resistenza agli agenti atmosferici.
 
Al rivestimento in zintek® sono poi stati associati, nella parte inferiore degli edifici, blocchi in calcestruzzo bianchi, che ricordano la pietra calcarea vicentina: in questo modo viene richiamato anche all’esterno il dualismo tra il bianco, colore del latte, e il metallo, materiale di cui sono fatti gli impianti per la sua lavorazione, sottolineando ancora una volta l’intento comunicativo della proprietà.
 
A completamento dell’interesse dell’azienda per la dimensione sociale, si hanno la partecipazione a numerose attività a livello locale, e soprattutto la predisposizione di un percorso didattico per le scolaresche, che vengono guidate alla scoperta delle diverse fasi di produzione.

 
 
 
 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati