Carrello 0
AZIENDE

ANDIL: gli accordi all’insegna dell’edilizia sostenibile

di

Il laterizio per rispondere a tutte le problematiche relative all’efficienza energetica

15/07/2008 - Il laterizio è in grado di rispondere al meglio a tutte le problematiche relative all’edilizia sostenibile: dalla stabilità strutturale all’efficienza energetica, dal’economicità alla compatibilità ambientale, dalla curabilità al comfort termoigrometrico, dalla qualità dell’ambiente abitato alla sicurezza al fuoco. Proprio su queste importanti premesse si basa il protocollo d’intesa stilato da Andil Assolaterizi (l’associazione nazionale degli industriali dei laterizi) e l’Agenzia CasaClima , che gestisce l’omonimo progetto nato nella Provincia autonoma di Bolzano e che ha assunto un ruolo guida, a livello nazionale, in termini di costruzioni energeticamente efficienti e rispettose dell’ambiente. Un accordo all’insegna della qualità dell’abitare e del miglioramento dell’efficienza energetica, sia in inverno che in estate, basato sull’obiettivo comune identificato dalle due parti: promuovere l’uso del laterizio nell’edilizia sostenibile.
 
La tendenza ad un progressivo aumento del consumo di energia elettrica negli edifici durante il periodo estivo impongono un ripensamento del modo di fare edilizia. Oggi le abitazioni sono spesso caratterizzate da uno scarso comfort abitativo, disperdono l’energia utilizzata per il riscaldamento, hanno bisogno di energivori impianti per il raffrescamento estivo e presentano problemi per quanto riguarda la qualità dell’aria al loro interno. Il fabbisogno energetico si riflette inoltre sui costi di gestione degli edifici mentre il “caro casa” tende a sacrificare la qualità del costruito favorendo in tal modo l’aumento vertiginoso dei costi di manutenzione e di gestione complessiva (riscaldamento, raffrescamento, illuminazione, acqua, ecc.). L’ ecoedilizia è in grado di offrire una soluzione adeguata a questi problemi, apportando vantaggi in termini di risparmio energetico e tutela dell’ambiente, favorendo in particolare il miglioramento della qualità della vita all’interno degli immobili. Tecnologie costruttive, tecniche di progettazione e di gestione, affiancate a materiali naturali dal ciclo di vita lungo ed efficiente, possono contribuire sinergicamente a realizzare il processo del “costruire sostenibile”.
 
L’industria italiana dei laterizi è caratterizzata da una capacità produttiva di oltre 20 milioni di tonnellate di materiale (elementi per solai, murature, divisori, rivestimenti, coperture, pavimentazione e arredo urbano), per un valore di circa 2mila milioni di euro di fatturato. Distribuite su tutto il territorio nazionale, 190 aziende – in larga parte di piccola e media dimensione – con 237 stabilimenti e un totale di circa 9mila addetti, producono elementi in laterizio destinati prevalentemente ai vari comparti dell’edilizia residenziale. In tale contesto opera Andil , associazione nazionale dei produttori di laterizio aderente a Confindustria. Fanno parte di Andil aziende localizzate in tutte le regioni italiane, che rappresentano oltre l'80 % della produzione nazionale complessiva.
 
Dal canto suo, CasaClima è ormai sinonimo di costruzioni energeticamente efficienti e rispettose dell’ambiente mentre la Provincia autonoma di Bolzano ha assunto un ruolo guida a livello nazionale, definendo per prima uno schema di certificazione energetica degli edifici, imponendone l’obbligo nel proprio territorio a partire dal dicembre 2004. Le numerose strutture “targate” CasaClima rappresentano inoltre un concreto esempio di edilizia sostenibile, ad elevato risparmio energetico.
 
Agenzia CasaClima ed Andil, sottolinea l’accordo siglato, “ritengono cruciale la condivisione delle specifiche competenze in materia di sostenibilità in edilizia e l’attivazione dei propri canali di comunicazione per la maggiore sensibilizzazione sul tema del raffrescamento estivo e dell’edilizia massiva, capace di rispondere al meglio a tutte le problematiche edilizie”. Andil si impegna, tra l’altro, a coinvolgere CasaClima nelle proprie iniziative a carattere sperimentale, divulgativo, formativo ed informativo sul costruire in laterizio. Dal canto suo, CasaClima promuoverà stili di costruzione ecocompatibili ad alta efficienza energetica valorizzando soluzioni realizzate in laterizio e collaborerà alla stesura di normative e regolamenti edilizi congruenti con le finalità dell’accordo in questione.
 
 
Gli altri accordi
Oltre a quello con CasaClima, Andil ha siglato di recente anche altri accordi all’insegna della sostenibilità dell’abitare, miranti a favorire il miglioramento dell’efficienza energetica nel settore delle costruzioni. Come quello con Federabitazione , la federazione nazionale delle cooperative edilizie, a cui fanno capo oltre 3.400 cooperaqtive e consorzi di abitazione aderenti a Confcooperative, i quali realizzano annualmente circa 8mila alloggi sociali destinati a famiglie con redditi medio-bassi. L’intesa si è formalizzata in seguito alla particolare necessità di promuovere progetti e interventi di alta qualità, innovativi e sostenibili, oltre che di rilevante interesse sociale. Anche il sistema cooperativo avverte dunque l’esigenza di introdurre elementi innovativi e di sviluppo in grado di elevare il livello qualitativo dei servizi e dell’abitare sostenibile, di realizzare interventi integrati per accrescere il comfort abitativo e ambientale, facendo leva sul risparmio energetico e assicurando l’utilizzo razionale delle risorse naturali, in modo da soddisfare pienamente le nuove esigenze.
 
Un altro accordo è stato stretto da Andil con Federcasa , la Federazione Italiana per la Casa, portavoce di un centinaio di enti che costruiscono e gestiscono abitazionisociali, inglobando complessivamente un patrimonio di oltre 850mila alloggi destinati ad utenti con redditi bassi o medio-bassi. L’obiettivo del protocollo di intesa è la condivisione delle competenze in materia di sostenibilità in edilizia e l’attivazione di canali di comunicazione volti a sensibilizzare il tema dell’edilizia massiva, limitando il ricorso all’impiantistica per la climatizzazione estiva degli ambienti, adottando le soluzioni in laterizio.
 
Tali accordi puntano, tra l’altro, a favorire un ragionamento a monte in merito all’incremento e alla riqualificazione del patrimonio edilizio abitativo e si traducono in un’importante attività di sensibilizzazione e presa di coscienza sul ruolo fondamentale che deve essere svolto dall’attività edilizia per il contenimento dei consumi energetici, dell’impatto ambientale, oltre che per garantire comfort, sicurezza e costi ridotti all’utenza. Per questo Andil, oltre a stringere accordi politico-programmatici, ha voluto contribuire anche alla realizzazione di azioni concrete, in grado di costituire un riferimento tecnico e qualificato in tema di risparmio energetico ed impatto ambientale degli edifici. Per questo l’accordo con Federcasa si concretizza in due nuovi protocolli d’intesa che prevedono realizzazioni prototipali a Marsciano (PG) e a Reggio Emilia , congiuntamente con le amministrazioni locali e con gli Enti provinciali afferenti a Federcasa (rispettivamente Ater Perugia e Acer Reggio Emilia ), per l’edificazione di edifici a carattere sociale secondo le migliori tecniche disponibili, capaci di dimostrare le eccellenti qualità del laterizio e delle soluzioni, anche innovative, che esaltano le prestazioni di prodotti e sistemi, nel pieno rispetto della normativa vigente.
 
Il primo protocollo coinvolge, oltre ad Andil, il Comune di Marsciano, la Fondazione Comunità Marscianese, l’ Ater (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale) di Perugia e la Università di Perugia DICA (Dip di Ingegneria Civile). Il secondo, stipulato tra Andil Assolaterizi, l’ Acer (Azienda Casa Emilia Romagna) della provincia di Reggio Emilia, la Provincia di Reggio Emilia e Federcasa, per la “ricerca e valutazione di materiali innovativi nella realizzazione di edifici energeticamente efficienti”, si pone anch’esso l’obiettivo di migliorare le prestazioni energetiche degli edifici nuovi, favorendo soluzioni di involucro con limitato ricorso all’impiantistica per la climatizzazione degli ambienti; miglior comfort abitativo, riducendo gli oneri connessi all’esercizio e alla manutenzione delle abitazioni; riqualificazione energetica degli edifici esistenti, attraverso tecniche, tecnologie e materiali sostenibili da un punto di vista ambientale ed economico. Al termine delle diverse edificazioni, saranno disponibili nuovi prototipi che rappresenteranno esempi concreti di come sia possibile realizzare con il laterizio un’edilizia efficiente, sostenibile e di qualità, senz’altro di grande utilità anche per aggiornare e migliorare le normative di riferimento.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati