Carrello 0
MERCATI

Il mercato immobiliare analizzato dall'agenzia del Territorio

Commenti 16884

Pubblicati i dati OMI sulle compravendite nei settori residenziale, terziario, commerciale e produttivo

Vedi Aggiornamento del 16/08/2010
Commenti 16884
20/08/2008 - È stato pubblicato sul sito internet dell’Agenzia del Territorio ( www.agenziaterritorio.it ) il Rapporto Immobiliare 2008 , che analizza i volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del 2007 e nel periodo 2000-07.
 
Il Rapporto Immobiliare 2008, realizzato a cura dell’Osservatorio del mercato immobiliare, esamina l’andamento dei volumi di compravendita per i settori residenziale, terziario, commerciale e produttivo a livello nazionale e per singola regione, tramite schede regionali, contenenti la sintesi degli andamenti dei diversi settori a livello provinciale.
 
Novità di questo rapporto è la sezione dedicata agli approfondimenti che riguardano:
 
• l’analisi degli andamenti ed i differenziali dei prezzi delle abitazioni , dove si considerano le variazioni semestrali delle quotazioni del mercato residenziale a partire dal primo semestre 2004, ponendole in relazione con le relative variazioni delle compravendite di abitazioni. Le quotazioni sono quelle rilevate dall’Osservatorio del mercato immobiliare in tutti i comuni d’Italia e si confrontano gli andamenti dei capoluoghi di provincia e comuni non capoluoghi per macro aree geografiche (Nord-Centro-Sud) e per classi demografiche di comuni. Lo studio è completato, inoltre, dall’analisi dei differenziali delle quotazioni medie comunali della quasi totalità dei comuni italiani. Tale analisi individua, in pratica, la scala dei prezzi a mq delle abitazioni relativamente alla quotazione media comunale.
 
• l’analisi dei rendimenti immobiliari per alcune tipologie immobiliari (abitazioni, negozi, uffici, capannoni e box-postiauto) che pone l’accento sulle differenti rendite dovute ai canoni locativi ottenibili per i “nuovi contratti”, sia tra le diverse tipologie sia per area geografica. Si è analizzata anche la differenza di rendita dovuta alla posizione all’interno del comune dell’immobile locato distinguendo cinque fasce: zone centrali, semicentrali, periferiche, sub-urbane e rurali.
 
• le caratteristiche del mercato immobiliare residenziale per classi dimensionali dei comuni e per classe altimetrica , dove viene condotta un’analisi dettagliata del mercato residenziale utile ad individuare le differenze degli andamenti legate alle dimensioni dei comuni, suddivisi in cinque classi per numero di residenti, ed alla loro collocazione territoriale-altimetrica, suddividendo i comuni in sei classi: montagna interna, montagna litoranea, collina interna, collina litoranea, pianura interna e pianura litoranea.
 
Il Rapporto 2008 rappresenta uno studio sempre più particolareggiato ed approfondito del mercato immobiliare nazionale, confermando l’importante attività svolta dall’Agenzia del Territorio per costruire un Osservatorio nazionale ed istituzionale sul mercato immobiliare, strumento fondamentale per la trasparenza del mercato e di utile supporto alle istituzioni locali, agli imprenditori, ai professionisti, agli operatori dei mercato immobiliare ed all’insieme della collettività.
 
 
Fonte: Agenzia del Territorio
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui