Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
AZIENDE

Il laterizio, un materiale al servizio del risparmio energetico

di

Commenti 3040
01/09/2008 - Nei mesi più caldi dell’anno, diventa primaria l’esigenza di vivere in un ambiente confortevole e fresco. Tenere acceso in casa il condizionatore allevia i disagi dell’afa, ma i costi energetici salgono in maniera vertiginosa, mentre i cambiamenti climatici impongono una riflessione obbligata su temi come la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile. Le tematiche ambientali rappresentano ormai un tema ineludibile, a tutti i livelli dell’economia, della politica e della società e diventano lo spunto per ripensare, tra l’altro, il concetto stesso di edilizia.
 
Il settore edilizio è considerato l’ambito nel quale sarà possibile ottenere i migliori risultati nel campo del risparmio energetico. Per questo è al centro del dibattito relativo agli sforzi destinati a conseguire livelli ottimali di consumo energetico.
 
Spesso le nostre abitazioni disperdono energia per il riscaldamento, necessitano di energivori impianti per il raffrescamento estivo e hanno problemi di qualità dell’aria al loro interno. Il fabbisogno energetico si riflette sui costi di gestione degli edifici; una delle conseguenze del “caro casa” è la tendenza a sacrificare la qualità del costruito in favore delle soluzioni più economiche. Ma così i costi di manutenzione aumentano in maniera vertiginosa, insieme a quelli di gestione complessiva, legati al riscaldamento, al raffrescamento, all’illuminazione, ecc.). Come uscire da questo circolo vizioso?
 
L’ecoedilizia è in grado dioffrire una soluzione adeguata a queste problematiche, apportando vantaggi in termini di risparmio energetico e tutela dell’ambiente, favorendo il miglioramento della qualità della vita all’interno degli immobili. Tecnologie costruttive, tecniche di progettazione e di gestione, affiancate a materiali naturali dal ciclo di vita lungo ed efficiente, possono contribuire sinergicamente a realizzare il processo del “costruire sostenibile” di cui tanto spesso si sente parlare, ma che difficilmente viene messo in pratica.
 
Andil Assolaterizi è impegnata per lo sviluppo edilizio sostenibile nel Paese e per il miglioramento dell’efficienza energetica nel settore delle costruzioni. Di qui l’impegno per rendere il laterizio protagonista di un sistema edilizio ad elevata efficienza energetica, che adotta soluzioni “massive” per il contenimento dei consumi invernali ed estivi. E questo grazie al fatto che il laterizio, materiale poli-funzionale:
 
-          è caratterizzato da una estesa gamma di prestazioni strutturali, termo-acustiche ed estetiche;
-          è puntualmente in linea con la normativa vigente;
-          è particolarmente indicato per il risparmio energetico;
-          risulta longevo anche in assenza di una particolare manutenzione;
-          è caratterizzato da un ridotto impatto ambientale, grazie anche alla possibilità di essere riutilizzato una volta dismesso.
 
Il laterizio è inoltre assolutamente sicuro per chi vive in abitazioni realizzate con tale materiale, in quanto privo di emissioni nocive e capace, quindi, di assicurare ottimali condizioni di comfort e di qualità dell’abitare.
 
Il laterizio risulta quindi in grado di rispondere al meglio a tutte le problematiche relative all’edilizia sostenibile: dalla stabilità strutturale all’efficienza energetica, dal’economicità alla compatibilità ambientale, dalla curabilità al comfort termoigrometrico, dalla qualità dell’ambiente abitato alla sicurezza al fuoco. Nelle potenzialità di questo materiale costruttivo credono molti architetti italiani di fama internazionale, convinti che utilizzare il laterizio convenga davvero in termini di costi, di sostenibilità energetica ed ambientale, di affidabilità nel tempo e di flessibilità nella posa in opera. Adolfo Natalini, Massimo Carmassi, Maurizio Masi, Pier Paolo Guicciardini, Marco Magni sono gli architetti che, credendo nell’importanza di accendere i riflettori sulla qualità del costruire, sono scesi in campo a favore del laterizio, anche attraverso le immagini delle rispettive architetture, nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione promossa dall’Andil Assolaterizi. A sottolineare il ruolo del laterizio nel contenimento energetico in edilizia c’è anche Anche Norbert Lantschner , direttore di CasaClima (l’agenzia che certifica i parametri energetici degli edifici secondo le recenti direttive Ue), crede nel ruolo del laterizio nel contenimento energetico in edilizia.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui