Carrello 0
Al via il concorso "Stazione Vesuvio est"
CONCORSI

Al via il concorso "Stazione Vesuvio est"

di Daniela Colonna

Approda il bando in Gazzetta Europea

16/09/2008 - E' approdato in Gazzetta Europea il Concorso Internazionale che riguarda il progetto della stazione "Vesuvio Est" che verrà costruita nella zona di Striano, Poggiomarino e Sarno insieme a una nuova stazione della Circumvesuviana.
 
Il bando internazionale prevede la progettazione, anche architettonica, dell'opera, secondo quanto già sperimentato con successo per la stazione di Napoli/Afragola della linea Tav Roma-Napoli, affidata al noto architetto anglo-iracheno Zaha Hadid.
 
La stazione "Vesuvio Est" - 10mila metri quadrati di superficie interna e 50mila complessivi - consentirà di collegare direttamente all'alta velocità l'area dell'Agro nocerino-sarnese, quella a est del Vesuvio (Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, San Gennaro Vesuviano, Pompei, Palma Campania, Terzigno, Boscoreale, Boscotrecase, Sant'Antonio Abate, Scafati etc.) e la penisola sorrentina (per un bacino di utenti diretti di circa 742mila residenti), senza passare necessariamente per il nodo di Napoli. Essa sarà infatti collocata sulla cosiddetta "linea a monte del Vesuvio", una bretella di collegamento in corso di realizzazione fra la linea Tav Roma-Napoli e la vecchia linea FS Salerno-Battipaglia-Reggio Calabria, e che rappresenta il proseguimento della linea ad alta velocità da Salerno a Battipaglia.
 
La nuova stazione consentirà un grande risparmio di tempo a chi proviene da quelle zone, nel caso in cui non si debba raggiungere il capoluogo campano ma proseguire verso Roma o Reggio Calabria. Da Sarno a Roma, ad esempio, grazie alla nuova stazione e alla linea diretta ad alta velocità, si risparmieranno ben due ore (circa 65 minuti, invece delle 3 ore necessarie oggi complessivamente per raggiungere prima Napoli da Sarno con la Circumvesuviana e poi Roma).
 
Inoltre, la stazione sarà direttamente inserita nel sistema della metropolitana regionale: in essa, infatti, confluiranno anche le due linee esistenti della Circumvesuviana Napoli-Ottaviano-Sarno e Napoli-Pompei-Poggiomarino-Sarno, e la linea regionale di Trenitalia Napoli-Salerno.
 
Notevole la riduzione dei tempi di viaggio anche per le linee regionali: grazie alla nuova stazione, ad esempio, da Sarno a Napoli si risparmieranno 25 minuti (40 minuti invece di un'ora e 5), mentre da Pompei si potrà raggiungere Roma (anche qui senza passare per il nodo di Napoli) in circa un'ora e mezza anziché due ore e un quarto (- 45 minuti).
 
A regime, sono previsti 196 treni al giorno (52 delle linee nazionali e 144 della metropolitana regionale - in pratica un treno ogni 15 minuti) e circa 10mila passeggeri al giorno (duemila nella fascia di punta, tre milioni l'anno), cui si aggiungono altri 1.500 non viaggiatori che frequenteranno la stazione per altri motivi: all'interno della struttura, infatti, sono previsti anche servizi commerciali, bancari e postali, ristoranti etc.
 
Previsto anche un parcheggio auto da mille posti e aree per taxi e terminal bus: la stazione, infatti, sarà raggiungibile anche dall'autostrada A30 e dalla statale 268.

Il costo dell'intera opera è stato stimato in 32milioni e 500mila euro.
 
Il bando prevede un solo vincitore cui verrà assegnato un premio di 100mila euro; le domande di partecipazione e gli elaborati dovranno pervenire entro il 27 ottobre 2008.
 


Informazioni tratte dal sito www.regione.campania.it
 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati