Carrello 0
A Solano Benitez il BSI Swiss Architectural Award
RISULTATI

A Solano Benitez il BSI Swiss Architectural Award

di Rossella Calabrese

Cultura architettonica e paesaggio

25/09/2008 – L’architetto paraguaiano Solano Benitez è il vincitore della prima edizione del BSI Swiss Architectural Award, Premio internazionale di architettura promosso da BSI Architectural Foundation con il patrocinio dell’Ufficio Federale della Cultura di Berna e dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera Italiana).
 
Il Premio, a cadenza biennale, ammonta a 100 mila franchi svizzeri, ed è assegnato ad architetti sotto i cinquant’anni di ogni nazionalità, “che hanno offerto un contributo rilevante alla cultura architettonica contemporanea, dimostrando una particolare sensibilità al contesto paesaggistico e ambientale”.
 
La giuria, presieduta da Mario Botta e composta dagli architetti Emilio Ambasz (New York), Valentin Bearti (Coira), Direttore dell’Accademia di architettura di Mendrisio, Zhi Wenjun (Shanghai) e Davide Croff, ex Presidente della Fondazione La Biennale di Venezia, ha unanimemente premiato l’architetto paraguaiano, sottolineando, nei suoi lavori, “la singolare forza espressiva e la capacità di coniugare una lucida rilettura della tradizione del Movimento Moderno ad un’attenzione sensibile al contesto in cui sorgono” .
 
Nello specifico Benintez, figura emergente nell’architettura sudamericana, ha proposto tre opere: una tomba a Priribebuy (2000-2001), la sede Unilever a Villa Elisa (2000-2001) e la casa Abu&Font ad Asuncion (2005-2006). In gara, assieme al progettista, altri 29 concorrenti selezionati da un comitato di consulenti internazionali composto da: Laurent Beaudouin (Nancy), Gonçalo Byrne (Lisbona), Alberto Campo Baeza (Madrid), Massimo Carmassi (Firenze), Roberto Collovà (Palermo), Kenneth Frampton (New York), Dan S. Hanganu (Montreal), Yung Ho Chang (Pechino), Kengo Kuma (Tokyo), Paulo Mendes da Rocha (San Paolo), Boris Podrecca (Vienna), Anant Raje (Ahmedabad) e Bruno Reichlin (Parigi e Mendrisio).
 
Il Presidente della giuria, Mario Botta, ha asserito che “la ricerca architettonica di Solano Benitez, elaborata in un contesto politicoeconomico problematico, con oggettive difficoltà operative, lontano dai processi produttivi dettati dalla globalizzazione, è apparsa di qualità sorprendente. Solano Benitez usa, nella maggior parte dei casi, materiali semplici reperibili localmente, che gli consentono di raggiungere forme espressive di grande impatto e dall’intensa carica poetica; la povertà dei mezzi utilizzati risulta inversamente proporzionale alle emozioni che l’architettura riesce a trasmettere. I valori ambientali propri di quel contesto latinoamericano si rafforzano nella loro identità attraverso architetture con inediti linguaggi, nuove tipologie e inaspettate qualità abitative.”
 
La cerimonia ufficiale di premiazione avrà luogo il 13 novembre 2008 presso l’Accademia di architettura di Mendrisio. Nella stessa data sarà anche inaugurata una mostra che ospiterà tutti i lavori in gara, consultabili anche attraverso un catalogo edito, per l’occasione, da Mendrisio Academy Press.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati