Carrello 0
AZIENDE

Un nuovo libro sui pavimenti in laterizio

Commenti 3094

La monografia pubblicata da Andil Assolaterizi

Commenti 3094
21/10/2008 - Rappresentano, è il caso di dirlo, una pietra miliare nella tradizione edilizia del nostro paese, un elemento caratteristico e fattore distintivo del paesaggio italiano. Eppure negli ultimi anni i manufatti per pavimenti in laterizio (comunemente conosciuti come “cotto”) sono stati spesso messi in ombra dall’arrivo sul mercato di materiali considerati innovativi o più semplicemente di moda. Eppure il cotto è in grado di assicurare prestazioni di livello elevato per quanto riguarda l’affidabilità nel tempo, il comfort acustico (in termini di protezione dai rumori di calpestio) e quello termico (garantendo un buon isolamento dal calore e dal freddo provenienti dall’esterno).
 
Una completa monografia sull’argomento è stata appena pubblicata da Andil Assolaterizi : si tratta di Le pavimentazioni in laterizio. Mattoni, sestini e pianelle di cotto,di Antonio Laurìa. Una pubblicazione destinata a costituire un solido e duraturo riferimento culturale ed operativo, caratterizzata dal linguaggio fluido e vivace; documentata, accurata nella grafica e riccamente illustrata (un aspetto, quest’ultimo, che lo renderà particolarmente utile per i progettisti. Nel libro le qualità complessive dei pavimenti in laterizio sono descritte attraverso un percorso logico che avvicina gradualmente il lettore alla conoscenza e all’uso di questo materiale così “antico” e così “attuale”.
 
L’opera, pur fornendo molta informazione tecnica, aspira ad essere qualcosa in più di un manuale; essa è infatti guidata dalla consapevolezza che il pavimentare in laterizio sia, innanzitutto, un’arte. Nella trattazione si avvicendano, così, senza alcuna apparente subordinazione gerarchica, saperi diversi filtrati attraverso la cultura e la sensibilità dell’architetto e orientati al progetto. 
 
Nella prima parte dell’opera (“Produzione e prodotti”) si descrivono le caratteristiche prestazionali dei manufatti, mentre nella seconda (“I fattori di progetto”) vengono illustrate le caratteristiche complessive delle pavimentazioni in laterizio. Infine, nella terza parte (“L’esecuzione”), l’autore affronta le problematiche inerenti la realizzazione ed il trattamento. Ogni passaggio è funzionale alla comprensione delle qualità e delle potenzialità, espressive e tecniche, del cotto. La ricostruzione delle fasi del processo produttivo, ad esempio, è finalizzata a mettere in luce il ‘come’, il ‘quando’ e il ‘perché’ si interviene per conferire ai manufatti il colore, la tessitura, la regolarità geometrica, la resistenza alle macchie. Si scopre così come le numerose varianti d’aspetto derivino da sapienti manipolazioni definite in precisi momenti della complessa e affascinate metamorfosi che trasforma l’argilla informe in cotto.
 
Tra gli altri temi affrontati figurano, tra l’altro, i principali requisiti dei manufatti, la terminologia, l’illustrazione delle tipologie e dei formati più diffusi nel nostro paese, fino alle più recenti ed interessanti innovazioni di prodotto e di processo. A questo si aggiungono la descrizione delle apparecchiature pavimentali, i principali aspetti inerenti una pavimentazione, oltre ad un repertorio di tipi costruttivi e delle schede-progetto relative ai principali scenari applicativi in cui, capovolgendo i tradizionali rapporti tra parte scritta ed illustrata, il testo fa da semplice corredo ad elaborazioni grafiche particolarmente accurate, disegnate con sobrietà e precisione da Fabio Valli. La terza e ultima parte è infine dedicata al tema della realizzazione delle pavimentazioni in laterizio, descrivendo le diverse procedure (fasi preliminari, tracciamento) e tecniche di posa (su strato flessibile e su strato rigido).
 
Il volume è distribuito da:
 
Laterservice Srl
Via Alessandro Torlonia 15 - 00161 ROMA
Tel. 06 44236926 - Fax 06 44237930
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa