Carrello 0
DESIGN NEWS

VIABIZZUNO presenta Riccami

Metallo e velluto per il progetto di Gualtiero Sacchi.

Vedi Aggiornamento del 06/09/2011

03/10/08 -  Sei lampade per una linea di luci dal carattere soffuso e seducente, sono le lampade per interni progettate da Gualtiero Sacchi per Viabizzuno disponibili nelle versioni comodino, tavolo, terra, parete, sospensione e sospensione grande.
Il titolo della linea è “Riccami”,  fa parte della collezione Alvaline e gioca sulla natura dei paralumi realizzati in metallo ricoperto di  velluto nero, grigio o rosso cardinale che filtrano la luce in proiezioni grafiche tipiche del ricamo.
Le versioni comodino, tavolo e terra hanno un interruttore per regolare l’intensità della luce delle lampade che, esclusa quella da comodino, sono a sorgente alogena. Anche spente, queste lampade con le loro trame danno vita a una decoro dal sapore vittoriano.


Riccami comodino
alta 300mm, poggia su una base circolare di diametro 170mm e con paralume di diametro 170mm. alloggia una sorgente E14 da 60W per tensione di rete 240V.

Riccami tavolo
alta 540mm, poggia su una base circolare di diametro 300mm e con paralume di diametro 300mm. alloggia una sorgente alogena E27 100W per tensione di rete 240V.

Riccami terra
alta 1700mm, poggia su una base circolare di diametro 440mm e con paralume di diametro 400mm. alloggia lampade alogene E27 3x40W per una luce diretta verso il basso e E27 100W R80 per una luce diffusa.

Riccami parete
alta 250mm e con paralume di diametro 170mm. alloggia una sorgente alogena E27 60W per tensione di rete 250V.

Riccami sospensione
alta 300mm e con paralume di diametro 170mm. alloggia una sorgente alogena E27 100W per tensione di rete 250V.

Riccami sospensione grande
alta 340mm e con paralume di diametro 400mm. alloggia lampade alogene E27 3x40W per una luce diffusa verso l’alto e E27 100W R80 per una luce diretta.


Viabizzuno srl

Via Romagnoli, 10
40010 - Bentivoglio (BO)
+39 051.8980011
+39 051.8908089
www.viabizzuno.com
viabizzuno@viabizzuno.com

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la domanda Partecipa