Carrello 0
A Meek il Gran Molo di Weston-Super-Mare
RISULTATI

A Meek il Gran Molo di Weston-Super-Mare

di Rossella Calabrese

Lo studio britannico riprogetta lo storico padiglione

29/10/2008 – É un trionfo popolare quello di Angus Meek Architects , lo studio britannico che ridisegnerà il molo di Weston-Super-Mare (GB) distrutto a seguito di un incendio nel luglio 2008.
 
La costruzione del molo, meta storica dello svago made in U.K., risale al 1904 . Oltre a Meek, in gara per il rifacimento della celebre struttura, altri cinque studi di architettura, ovvero Grimshaw , Stride Treglown , Acanthus Ferguson Mann, Ray Hole Architects e AWW .
 
A stabilire il vincitore del concorso, non solo i proprietari del molo, ma anche il 59 per cento dei 20000 cittadini invitati ad esprimere la propria preferenza sui lavori in competizione. Grimshaw, Stride Treglown ed Acanthus Ferguson Mann hanno ricevuto complessivamente meno del 10 per cento dei voti, mentre AWW e Ray Hole Architects hanno ottenuto il restante 31 per cento.
 
“Siamo felicissimi di poter sviluppare il progetto per il nuovo molo e siamo onorati dal responso del pubblico. Vogliamo creare una struttura decisamente contemporanea ma in continuità con la tradizione del British Pier Pavilion al   Weston-Super-Mare, ed è stato incoraggiante che tanta gente abbia compreso e supportato questa idea”.
 
Il lavoro, in linea con l’assetto originario della struttura, posiziona l’edificio alla maniera di una gigantesca palafitta, sospesa a dieci metri d’altezza e collocata a trecento metri dalla spiaggia. La costruzione riutilizzerà i pali di fondazione in modo da limitare peso e massa edilizia. A crescere sarà, invece, l’altezza del volume, in modo tale da potervi albergare un elevato numero di attività. Come in passato, quattro torri saranno piazzate agli angoli esterni dell’edificio.
 
Un camminamento sul mare, che condurrà all’ingresso principale del padiglione, costituirà l’asse attorno al quale sarà articolato l’interno volume. Protagonista indiscussa all’interno della costruzione, la grande area centrale ricca di nuove attrazioni ed attività. Dei camminamenti perimetrali consentiranno l’accesso ai piani ammezzati ed una chiara circolazione, nonché la possibilità di osservare quanto avviene sui vari livelli del complesso.
 
La facciata sud della struttura, anch’essa in vetro, permetterà una piacevole vista sul mare, conferendo una luminosità naturale allo spazio interno. All’esterno, delle sedute protette da pergolati, forniranno ai visitatori un luogo dove riposare, chiacchierare e restare all’aria aperta.
 
Sul fronte nord dell’edificio, più ombreggiato, saranno ubicati gli spazi dedicati al personale, i magazzini, gli uffici e i servizi igienici. Sulla punta estrema del molo, collocata in asse col resto della struttura e protetta da pareti in vetro con vista mare, dei punti ristoro.
 
La realizzazione del lavoro costerà circa 10 milioni di sterline. Entro dicembre 2008 Angus Meek Architects fornirà un piano modificato in base alle richieste dei proprietari del molo e lo sottoporrà al vaglio istituzionale di: Agenzia Britannica per l’Ambiente, Agenzia per lo sviluppo regionale del Sud Ovest, gabinetto di Governo per il Sud Ovest, Consiglio del Nord Somerset e Consiglio del Turismo Regionale.
 
 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa