Carrello 0
16° Saem: superate le 25mila presenze
AZIENDE

16° Saem: superate le 25mila presenze

10/11/2008 - Si sono chiuse il 9 novembre le porte del mondo di Saem, il salone dell’edilizia del Mediterraneo che conclude la sedicesima edizione con un grande riscontro di pubblico: superate infatti 25mila presenze, un ulteriore salto in avanti rispetto all’anno scorso. Una tre giorni che, grazie alla presenza di autorità, di personale qualificato e di aziende leader nel settore costruzioni, è riuscita ancora una volta nell’impresa di coniugare professionalità, business e innovazione, vantando l’esperienza di Eurofiere e del suo direttore Alessandro Lanzafame :  “Saem rappresenta l’indicatore primo – spiega Lanzafame – quasi il barometro dello stato di salute del settore delle costruzioni nella nostra regione: possiamo dunque affermare che il comparto dell’edilizia, grazie a quest’evento, ha vinto la sua scommessa”.
 
La conferma arriva dai numeri che contraddistinguono quest’edizione: 10.000 i metri quadri di area espositiva dedicata ai principali ambiti commerciali del mondo edilizio, “sedici” il numero di edizioni che con successo riconfermano Saem, “migliaia” i visitatori che hanno avuto modo, in un’unica soluzione, di soddisfare tutte le curiosità sull’abitare, catturando informazioni, ultime tendenze e proposte, a stretto contatto con gli operatori.
 
Quest’anno si è aggiunto l’importante tassello della “consulenza in fiera”, che ha visto nascere un dialogo spontaneo tra gli “addetti ai lavori” (ingegneri, architetti, geometri) e l’ampia fetta di pubblico: Saem ha infatti offerto il prezioso supporto di personale qualificato, oltre all’opportunità di usufruire di importanti agevolazioni come la detrazione Irpef del 55% prevista dalla Finanziaria 2008 nell’ambito della riqualificazione energetica per un minor impatto ambientale.
 
Proprio il rispetto dell’ambiente è stato al centro dell’attenzione di quest’edizione - patrocinata da Confindustria Sicilia – che, senza trascurare l’aspetto culturale, si è resa promotrice di una nuova filosofia dell’abitare: numerosi gli appuntamenti che hanno toccato ogni segmento dell’edilizia, alla presenza del presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Sicilia, Giorgio Cappello e della Consulta regionale degli ingegneri, in un confronto diretto mirato allo sviluppo imprenditoriale dell’isola e all’utilizzo di materiali edili senza però intaccare le risorse ambientali.
 
Inarch, la Fondazione degli architetti dell’Isola ha trovato una vera e propria “casa” per raccontare una nuova filosofia del costruire grazie alla testimonianza degli architetti di fama internazionale Alfonso Femia e Gianluca Peluffo - ideatori del Palazzo del Cinema di Venezia e del grattacelo di Milano che ospiterà nel 2015 l’Expo - che hanno illustrato il “realismo magico” dell’architettura, alla presenza del presidente Inarch Franco Porto , del critico Luigi Prestinenza Puglisi e del presidente dell’Ance Andrea Vecchio : “Le espressioni dell’arte suscitano grandi emozioni - ha affermato Vecchio - purtroppo nel nostro territorio di queste emozioni ne proviamo davvero poche quando camminiamo per le strade. Speriamo che questo evento possa rappresentare un primo passo per la collaborazione tra le diverse categorie, con la speranza che in futuro oltre a mettere mattoni uno sopra l’altro, riusciremo a edificare con stile, armonia e creatività”.
 
Saem 2008, è riuscito dunque a raccontare il Mediterraneo attraverso le sue case, i progetti e i suoi protagonisti, creando un’atmosfera dove il design contemporaneo si incontra con la tradizione classica delle strutture, in un continuo feedback tra spazi interni ed esterni.
 
Una scommessa vinta che accresce l’importanza di una manifestazione divenuta vetrina di prestigio in tutto il Sud, rinnovando la sfida per il rilancio del settore edilizio, con l’obiettivo di aggiungere un altro importante mattone professionale e culturale per la costruzione di una solida realtà in Sicilia.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

)