Carrello 0
A Firenze "New World Architecture"
EVENTI

A Firenze "New World Architecture"

di Rossella Calabrese

In mostra i progetti vincitori degli International Architecture Awards

04/11/2008 – A partire da oggi, la Galleria SESV , presso la Facoltà di Architettura di Firenze sarà sede di “ New World Architecture ”, mostra dedicata ai progetti premiati dagli International Architecture Awards .
 
La competizione internazionale, promossa dal Museo di Chicago, in partnership con l’ European Centre for Architecture Art Design and Urban Studies , ha premiato quest’anno ben 114 progetti.
L’esposizione in quel di Firenze offre al pubblico italiano la possibilità di  confrontarsi con gli scenari attuali del design e della progettazione attraverso quattro coordinate principali: contesto sociale, ambiente, qualità della vita, energie eco-compatibili.

New World Architecture presenta pertanto “grandi e piccole architetture”, realizzate da emergenti ed archistar su tutto il globo e premiate da figure del calibro di Joseph E. MacIsaac, Henry Smith-Miller, David J. Weinger e Michael Manfredi.
 
“La buona architettura è attorno a noi. E, fortunatamente per noi, la buona architettura continuerà ad arricchire i luoghi dove, viviamo, lavoriamo, mangiamo, dormiamo, preghiamo e giochiamo”, ha asserito Joseph E. MacIsaac, Presidente della Knoll International.
 
I progetti in mostra provengono da: Regno Unito, Cina, USA, Germania, Olanda, Canada, Giappone e Messic, Austria, Francia, Portogallo, Spagna, Polonia, Italia, Emirati Arabi, Corea, Singapore, Costa Rica, Danimarca, Belgio, Vietnam, Libano, Lussemburgo, Brasile, Russia, Egitto, Kuwait, Australia, Islanda, Columbia, Lettonia, Finlandia, Qatar, Tailandia, Irlanda e Burkina Faso.
 
Solo per fare qualche esempio, tra i lavori esposti: la Citta della Musica a Rio de Janeiro di Christian de Portzamparc, il viadotto Millau di Foster and Partens , la CCTV , quartier generale della televisione di Pechino, di Rem Koolhaus (OMA) . E ancora: Il Museo della Letteratura moderna di David Chipperfield a Marbach Necker (Germania), la Casa a Martinhal (Portogallo) di Nuno e José Mateus, o le Al Sharq Tower di David Childs .
 
A curare l’esposizione Michele Piccini . Sponsor dell’evento, il Comune di Firenze (Assessorato alle attività Produttive), la Fondazione Romualdo del Bianco, e dalla Società Energia Futura. Una volta terminata la tappa toscana, la mostra sarà ospitata ad Atene nel nuovo “Spazio Contemporaneo” dell’European Centre.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati