Carrello 0
Una sette giorni di mostre all’International Design Casa
EVENTI

Una sette giorni di mostre all’International Design Casa

di Rossella Calabrese
Commenti 2170

Evento organizzato dal Torino World Design Capital

Commenti 2170
03/11/2008 – Mancano solo tre giorni all’inizio di International Design Casa , evento organizzato da Torino 2008 World Design Capi tal e che avrà sede nel capoluogo piemontese da 6 al 13 novembre 2008. A curare il progetto, Michael Thomson , Presidente di BEDA (Associazione Europea del Design).
 
Nel calendario della manifestazione, una serie di mostre sparse per la città e dedicate ai nuovi percorsi del design contemporaneo emersi in quindici paesi , ovvero Austria, Belgio, Corea del Sud, Ungheria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia, Francia, Giappone, Norvegia, Paesi Bassi, Singapore e Spagna. Ogni nazione disporrà di una “Casa”, all’interno della quale saranno esposti gli oggetti di design.
 
Solo per fare qualche esempio: “ Casa Giappone ” proporrà una mostra sulla progettazione sostenibile dal titolo “ Nagoya Sustainable Design 2008 ”. Sede dell’esposizione, gli Antichi Chiostri di via Garibaldi . A Palazzo Madama avrà sede “ The U-Design City ”, esposizione organizzata dal gruppo coreano. Protagonista assoluta, Seul - “città del design”, con gli 8 principali progetti ideati per l’esposizione del World Design Capital 2010 .
 
Nelle giornate del 6 e 7 novembre, la Sala dei Cinquecento del Centro Congressi del Lingotto ospiterà la conferenza internazionale “Shaping the Global Design Agenda ”. Intento dell’iniziativa, “convocare gli ‘stati generali del design’ e delineare l’agenda della progettazione globale”, promuovendo una riflessione sul design quale “componente essenziale nelle strategie nazionali che si rivolgono a stimolare lo sviluppo di una crescita economica e culturale sostenibile”.
 
Nel corso della due giorni interverranno personalità del calibro di Ibrahim Jaidah , Peter Dröll , David Kester , Fumio Hasegawa , Yrjö Sotamaa , Peter Zec e Song Weizu . Col proposito di tracciare nuovi itinerari attraverso cui progettare politiche di design integrate che varchino i confini regionali, i conferenzieri saranno chiamati a dire la loro su design ed economia” , “design e società” , e “design e complessità”.
 
A conclusione della conferenza, la cerimonia ufficiale per il passaggio della nomina di World Design Capital da Torino (2008) a Seul (2010).
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa