Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso e gare di progettazione agili, le proposte dei professionisti
PROFESSIONE Equo compenso e gare di progettazione agili, le proposte dei professionisti
RISPARMIO ENERGETICO

Politica energetica, nucleare sempre più vicino

di Paola Mammarella

Finanziaria, sgravi del 55% per l'efficienza energetica non valorizzati

Vedi Aggiornamento del 25/02/2009
Commenti 5637
12/11/2008 – Energia nucleare come via per il raggiungimento degli obiettivi di Kyoto. Lo ha affermato il Ministro dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare Stefania Prestigiacomo durante l’ultima audizione alla Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati.
 
Continua il proposito del Governo di utilizzare l’energia nucleare a scopi pacifici, obiettivo che sarà reso possibile dall’istituzione di una Agenzia per la sicurezza nucleare. Al momento è già operante il Dipartimento nucleare per il rischio tecnologico, attivo presso l’Ispra, Istituto superiore di protezione e ricerca ambientale di recente creazione, che risponde al principio di semplificazione della finanza pubblica, sancito nel Decreto Legge 112/2008.
 
È stato confermato l’investimento di 600 milioni di euro per l’installazione di impianti di microgenerazione diffusa ad alto rendimento termico ed elettrico e la sostituzione dei motori elettrici industriali di potenza superiore ai 45kW con altri più efficienti. Sono stati stanziati anche 280 milioni come cofinanziamento ministeriale per progetti di cooperazione internazionale tra imprese italiane e Paesi in via di sviluppo.
 
In Commissione è stata lamentata la poca rilevanza data nel disegno di legge finanziaria alle detrazioni del 55% per le spese sostenute a causa di interventi a favore dell’efficienza energetica. Secondo l'onorevole Ettore Realaci queste misure, insieme agli incentivi per l'acquisto di elettrodomestici meno energivori e di lampade a basso consumo, deriverebbero da proposte avanzate durante la scorsa legislatura.

Cancellato dalla legge finanziaria anche lo spostamento della tassazione, a parità di gettito, dal reddito all'inquinamento e al consumo di materie prime, misura che avrebbe agevolato fiscalmente le imprese maggiormente virtuose e sostenibili.

Sono state espresse perplessità anche in merito al pagamento delle multe che per gli obiettivi di Kyoto, in scadenza nel 2012, saranno a carico dello Stato, mentre per il pacchetto energia, che entro il 2020 prevede il raggiungimento degli standard 20 – 20 – 20, saranno sostenute esclusivamente dalle imprese.
 
È stato invece apprezzato il potenziamento dell’intervento “Casa Clima”, che prevede la defiscalizzazione e la concessione di incentivi a favore dell’edilizia residenziale. Anche se i tagli del 31% subiti dal Ministero dell’Ambiente e la mancata menzione delle certificazioni energetiche nel Decreto Legge 112/2008 lasciano incerti sulla politica energetica del Governo.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
yDGqXUdNHPHdSBxTHw

I'd like to open an account

thumb profile
vdaBrqgHxpwrBDawmbW

I'd like some euros

thumb profile
LLDTeXOBYuy

An estate agents

thumb profile
GzWKiUvPbVGFCArQy

I don't know what I want to do after university

thumb profile
afQhGuTougcpe

I went to

thumb profile
XDsXEtDdPr

Could I have , please?

thumb profile
PuybBZvDYnAyqBDrx

Could you tell me the number for ?

thumb profile
aqUwdjxFrHbKXtTyXP

I'd like to open a personal account

thumb profile
NsJHYvTQgJPYHdxtyIA

We work together

thumb profile
bTPJCmEzsxLNn

real beauty page