Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Qualità dell’architettura, riparte l’iter della legge
PROFESSIONE Qualità dell’architettura, riparte l’iter della legge
NORMATIVA

Decreto anticrisi: presentati oltre mille emendamenti

di Rossella Calabrese

Prestigiacomo: mi batterò per il ripristino della detrazione per la riqualificazione energetica degli edifici

Vedi Aggiornamento del 08/01/2009
Commenti 15885
17/12/2008 - “Mi batterò in Parlamento perchè venga ripristinata la misura sulla detrazione degli interventi negli edifici privati per il risparmio energetico”. Lo ha affermato ieri il Ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, nel corso della trasmissione Mattino Cinque, su Canale 5.
 
Il riferimento è alla norma, introdotta dal governo Prodi, che prevede la detrazione al 55% delle spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici, che il DL 185/2008 anticrisi ha reso più difficile ( leggi tutto ).
 
Nei giorni scorsi il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti si è detto disponibile a cancellare la retroattività della norma e, nelle stesse ore, il Ministro Prestigiacomo ha annunciato l’intenzione di presentare un emendamento governativo per cancellare in toto l’art. 29 del DL 185/2008 ( leggi tutto ).
 
Ma degli oltre mille emendamenti al DL 185/2008 presentati alle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, nessuno finora è arrivato dal Governo o dai relatori.
 
Gli emendamenti sono stati esaminati ieri nel corso di una riunione della maggioranza durante la quale i tecnici del Ministero dell’Economia hanno verificato la possibilità di incrementare di 2-3 miliardi di euro le risorse (6,3 miliardi) già messe in campo dal DL anticrisi. Il via libera al nuovo stanziamento farebbe tornare l’automatismo della detrazione per la riqualificazione energetica, che però potrebbe ridursi al 40-45% delle spese sostenute, come preannunciato la scorsa settimana ( leggi tutto ).
 
Questa mattina, in una riunione tra esecutivo e Pdl, sarà effettuata una prima ricognizione sugli emendamenti. Sempre oggi il disegno di legge di conversione inizierà l’esame da parte delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, che dovrà concludersi il 23 dicembre. Il testo sarà poi votato in Commissione il 9 gennaio 2009, per approdare in Aula il 12 gennaio.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui