Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
NORMATIVA

Decreto anticrisi: via libera dalla Camera

di Rossella Calabrese

Detrazione 55% suddivisa in 5 anni con comunicazione all’Agenzia delle Entrate e senza tetti di spesa

Vedi Aggiornamento del 01/12/2009
Commenti 25370
15/01/2009 – La Camera ha dato oggi il via libera alla legge di conversione del DL 185/2008 anticrisi, sulla quale ieri è stata votata la fiducia. L'Aula di Montecitorio si è espressa con 283 voti favorevoli, 237 contrari e 2 astenuti.
  
L’articolo 29 - relativo alla detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici - è stato quindi approvato nel testo modificato dalle Commissioni Bilancio e Finanze. La disciplina inizialmente prevista dai commi da 6 a 11, è stata ricondotta ad un unico comma 6.
 
Le modifiche introdotte dalle Commissioni riportano la disciplina alla situazione previgente al DL anticrisi, con alcune novità:

-
si ritorna all’automaticità della detrazione, senza tetti di spesa; 
- l’“istanza” (con silenzio-rifiuto) all’Agenzia delle Entrate, che il DL aveva imposto anche per le spese del 2008, è stata trasformata in una “ comunicazione ”, ma solo per le spese del 2009 e 2010;
- le spese del 2009 e 2010 potranno essere detratte in cinque anni , mentre per quelle del 2008 resta la scelta da tre a dieci anni.
 
La nuova disciplina in dettaglio
Il nuovo comma 6 prevede che, per le spese sostenute nei periodi d’imposta successivi al 31 dicembre 2008, i contribuenti interessati alle detrazioni di cui ai commi da 344 a 347 della Finanziaria 2007 , debbano inviare apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate, nei termini e secondo le modalità previsti con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, da emanare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto anticrisi.
 
Con il medesimo provvedimento può essere stabilito che la comunicazione venga effettuata esclusivamente in via telematica e sono stabiliti i termini e le modalità di comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati in possesso dell’ENEA, ai sensi del DM 19 febbraio 2007 .
 
Entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione, il suddetto DM 19 febbraio 2007, deve essere modificato al fine di semplificare le procedure e di ridurre gli adempimenti amministrativi a carico dei contribuenti.

Per le spese sostenute a decorrere dal 1° gennaio 2009 la detrazione dall’imposta lorda deve essere ripartita in cinque rate annuali di pari importo. I commi da 8 a 11 sono stati cancellati.
 
I commenti degli operatori
“La mobilitazione di imprese, associazioni e cittadini ha avuto successo”. Questo il commento di Legambiente sul ripristino della detrazione del 55%. “Il governo si è reso conto del grave errore in cui si stava incorrendo e ha fatto bene a correre ai ripari ripristinando, seppur con qualche modifica, un provvedimento che aveva in questi anni mostrato tutta la sua validità. Il merito però va anche alle tante voci di protesta che si sono levate e tramutate in una vera e propria mobilitazione spontanea”.

Un risultato importante anche per Libero Ravaioli, presidente di Uncsaal, Unione nazionale costruttori serramenti alluminio acciaio e leghe, che nelle lettere di ringraziamento inviate ai membri delle Commissioni Bilancio e Finanze e al sottosegretario Casero, ha citato i danni in cui potevano incorrere le imprese a causa dell’abolizione delle detrazioni.
 
Il prossimo step
Il provvedimento passa ora all’esame del Senato che inizierà la discussione il 26 gennaio per approvare definitivamente la legge entro il 28 gennaio, data di scadenza del Decreto-legge.
 
Ricordiamo infine che, ai sensi del DL 185/2008 tuttora in vigore, a partire da oggi i contribuenti interessati alla detrazione del 55% avrebbero dovuto inviare via internet l’istanza all’Agenzia delle Entrate, attraverso un modulo che la stessa Agenzia avrebbe dovuto pubblicare entro il 29 dicembre scorso ma che, a seguito delle modifiche normative annunciate dal Governo in quei giorni, non è mai stato pubblicato.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui