Carrello 0
MERCATI

Veneto, per il 2009 stime di crisi nel settore edile

Commenti 3674

Calo maggiore del 13,6% previsto nell’edilizia residenziale privata

Commenti 3674
04/02/2008 – La crisi del settore edilizio non risparmia il Veneto. In base alle previsioni per l’anno appena iniziato l’edilizia, dopo un decennio di continua crescita, accuserà qualche colpo. Il crollo maggiore riguarderà l’edilizia residenziale privata, che potrebbe decrescere del 13,6% rispetto all’anno precedente, mentre il calo nella media nazionale si attesta intorno all’8%.
 
In un panorama caratterizzato da un gran numero di alloggi invenduti, reggono bene le abitazioni di lusso e quelle realizzate secondo le più avanzate applicazioni di sostenibilità ambientale e risparmio energetico.
 
Per il settore privato non residenziale si stima un calo del 5,1%, dato in controtendenza rispetto all’andamento nazionale, che ammonta al 5,6%. Manutenzioni e restauri scenderanno invece del 6,3% a fronte del 4% nazionale. Non faranno eccezione le opere pubbliche non residenziali, che diminuiranno del 9,3%.
 
Preoccupati i rappresentanti dell’Ance, che chiedono l’immediata attuazione del piano triennale per la casa e di iniziative in grado di garantire liquidità alle imprese. Dalla Regione giungono intanto notizie sulla possibilità per i privati di bandire una gara, chance che a detta degli amministratori rivitalizzerebbe il settore delle costruzioni.
 
Propositivo l’Assessorato Regionale all’Urbanistica, che oltre all’approvazione entro la metà di febbraio dei piani territoriali regionali di coordinamento, si prefigge interventi a sostegno di occupazione e formazione.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa