Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
RISTRUTTURAZIONE Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
NORMATIVA

Durc, regolarità dei contributi frazionata ai singoli appalti

di Paola Mammarella

Ministero del Lavoro: deroga al principio generale per cui deve essere a norma l’impresa nel suo complesso

Vedi Aggiornamento del 18/09/2009
Commenti 18586
26/02/2009 – Durc frazionabile in deroga al principio della regolarità complessiva di impresa. È l’orientamento espresso dal Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali nell’ interpello 15/2009 del 20 febbraio scorso.
 
Per evitare i ritardi nei pagamenti e non aggravare l’attuale situazione di crisi, che mette a rischio fallimento diverse imprese edili, l’Inps potrà rilasciare una certificazione di regolarità contributiva riferita al singolo cantiere e non all’impresa nel suo complesso, come è invece previsto dalla normativa vigente.
 
Il chiarimento è stato sollecitato dall’ Ance , Associazione nazionale costruttori edili, vista l’impossibilità per le imprese appaltatrici con irregolarità contributiva di ricevere il pagamento degli stadi di avanzamento lavori (Sal) da parte delle subappaltatrici con le quali sussiste un regime di solidarietà.
 
Per l’effettuazione del pagamento le irregolarità contributive, riscontrate nelle imprese subappaltatrici, devono riguardare altri cantieri e non quello obbligato in solido con l’impresa appaltante.
 
Inps e Inail non sono in grado di verificare la regolarità del singolo appalto, dovendo quindi rifarsi alla situazione complessiva dell’impresa. Un’azienda in regola nell’ambito del lavoro per il quale è stato richiesto il Durc ai fini del pagamento del Sal può essere però dichiarata irregolare a causa delle situazioni riscontrate in altri cantieri.
 
La regolarità complessiva è utile per selezionare le imprese che operano sul mercato e garantire una collaborazione lineare con le pubbliche amministrazioni. Per il Ministero è però possibile una deroga nel caso in cui il principio generale possa danneggiare la situazione delle imprese coinvolte nei lavori.
 
Se non può essere attivata nessuna azione di responsabilità solidale tra impresa appaltante e appaltatrice, l’Inps potrà avviare una procedura di accertamento per il rilascio di un verbale inerente al singolo cantiere interessato.
 
Il documento potrà essere utilizzato per il rilascio della certificazione di regolarità contributiva, consentendo all’impresa di ottenere il pagamento degli stadi di avanzamento lavori.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui