Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Fotovoltaico sul tetto del fabbricato adiacente, ok al superbonus
NORMATIVA Fotovoltaico sul tetto del fabbricato adiacente, ok al superbonus
NORMATIVA

Piano carceri: arriva il commissario straordinario

di Rossella Calabrese

Il Governo propone di utilizzare i 150 milioni della cassa delle ammende

Vedi Aggiornamento del 18/11/2009
03/02/2009 - Potrebbero confluire nel disegno di legge di conversione del DL n. 207 del 30 dicembre 2008 Milleproroghe le nuove disposizioni del Ministero della Giustizia in materia di edilizia carceraria.
 
Un emendamento presentato in Commissione al Senato prevede – per far fronte alla grave situazione di sovrappopolamento delle carceri, e comunque fino al 31 dicembre 2010 - l’attribuzione al Capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria dei poteri previsti dall'articolo 20 del DL 185/2008 anticrisi ( leggi tutto ), al fine di procedere al compimento degli investimenti necessari alla realizzazione di nuove infrastrutture carcerarie o all’aumento della capienza di quelle esistenti.
 
Entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del DL 207/2008, il Capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria dovrà redigere un programma degli interventi necessari, specificandone i tempi e le modalità di realizzazione ed indicando le risorse economiche occorrenti. Successivi decreti determineranno le opere necessarie per l'attuazione del programma, e, in casi di particolare urgenza, disporranno l'abbreviazione fino alla metà dei termini previsti dalla normativa vigente per l'adozione dei provvedimenti amministrativi necessari per la realizzazione dell'intervento.
 
Le opere programmate sono inserite nel programma di cui all'articolo 1, comma 1, della legge 443/2001 (Legge Obiettivo), nonché, se di importo superiore a 100.000 euro, nel programma triennale previsto dall'articolo 128 del Dlgs 163/2006 (Codice degli appalti) e per la loro realizzazione si applica quanto specificamente previsto dal Capo IV, del Titolo III, della Parte II del Codice, anche per la parte da realizzare con le risorse finanziarie rese disponibili dalla cassa delle ammende . Si potrebbe così attingere agli oltre 150 milioni di euro di cui la cassa dispone, destinati a progetti di reinserimento dei detenuti.
 
Il ddl di conversione inizia oggi l’esame da parte dell’Aula del Senato.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui