Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISPARMIO ENERGETICO

Costruire sostenibile in Cooperativa: oggi i vincitori

Il concorso è promosso da Federabitazione e dal Consorzio CasaQualità

Vedi Aggiornamento del 05/08/2010
Commenti 4150
12/02/2009 - Saranno proclamati oggi, nell’ambito della Conferenza finale del Progetto SHE, i vincitori del Concorso “Costruire sostenibile in Cooperativa” promosso da Federabitazione e dal Consorzio Nazionale CasaQualità.
 
“Costruire sostenibile in Cooperativa: progettare e realizzare la Qualità dell’Abitare”: un titolo che riassume l’edizione 2008 del Concorso indetto da Federabitazione-Confcooperative e dal Consorzio Nazionale CasaQualità allo scopo di rendere maggiormente evidente il contributo che la Cooperazione di Abitazione ha assicurato alla risoluzione delle problematiche abitative del nostro Paese.
 
Il Concorso, inserito nell’ambito delle azioni di sostenibilità ambientale ed energetica perseguite dalla campagna SEE (Sustainable Energy Europe) coordinata a livello europeo dalla Commissione Europea e a livello nazionale dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è alle battute finali. La Commissione Giudicatrice ha infatti selezionato le sei iniziative finaliste che si contenderanno il premio 2008 nelle due Sezioni del Concorso (Progettazione e Realizzazione) . Il lavoro di selezione delle numerosi proposte presentate è stato assai arduo in quanto tutte le iniziative sono risultate interessanti e meritevoli di attenzione.
 
La valutazione è stata condotta prendendo in esame per ciascuna Sezione del Concorso e per ogni proposta presentata: la Qualità architettonica e tipologica dell'intervento in relazione al contesto ambientale, sociale ed economico in cui è inserito; l’utilizzo di materiali e innovazioni tecnologiche/impiantistiche; la qualità energetica ed ambientale nel ciclo di vita dell’intervento, attraverso l’uso razionale delle risorse del luogo; la presenza e l’organizzazione di servizi e funzioni correlate alla destinazione residenziale; le modalità di gestione delle attività e delle relazioni.
 
Dopo una prima selezione in cui sono state accolte venti iniziative proposte da Consorzi e Cooperative di Abitazione aderenti a Confcooperative; la successiva valutazione ha portato ad individuare le sei finaliste. Oggi, nell’ambito della Conferenza finale del Progetto europeo SHE in programma a Roma presso il Palazzo della Cooperazione, saranno proclamate le prime classificate nella Sezione Progettazione e nella Sezione Realizzazione.
 
Le tre iniziative finaliste nella Sezione Realizzazione sono risultate le seguenti:
 
- Intervento Via Gulli Milano MI (Alloggi: 119)
Soggetto attuatore: Cooperativa Solidarnosc di Via Gulli – MI
- Intervento Bivio 1 - CasaNova Bolzano BZ (Alloggi: 115)
Soggetto attuatore: Confcooperative Bolzano - BZ
- Intervento Via Piave Senigallia AN (Alloggi: 63)
Soggetto attuatore: Consorzio CAMAC - AN
 
I tre interventi selezionati sono tutti edifici condominiali multipiano che propongono veri episodi di forte urbanità in quartieri periferici ad alta densità, in cui si ricompongono porzioni di città e dove si alternano e si intrecciano spazi collettivi e spazi privati. Due di questi interventi propongono felici esempi di riconversione di aree industriali dismesse in dinamiche realtà residenziali, vivicizzate ulteriormente dalla sapiente integrazione di servizi all’abitare e da spazi di relazione all’aperto.
 
I tre progetti prescelti si caratterizzano inoltre per semplicità costruttiva e formale; sono architetture concepite come oggetti generatori di relazioni con l'ambiente e tra la gente. Nell’insieme, il risultato che ne scaturisce non punta al gesto eclatante, all'esasperata dimostrazione del bioclimatismo, dell’uso di tecnologie e materiali sostenibili ma ricerca una sobrietà architettonica rassicurante per l’abitante, spesso intimorito dall’eccessivo ricorso a sofisticate soluzioni tecnologiche. Sobrietà che comunque porta a buoni, se non a sorprendenti, risultati energetici.
 
Le tre iniziative finaliste nella Sezione Progettazione sono risultate le seguenti:
 
- Intervento Via Piave Alberga SV (Alloggi: 24)
Soggetto attuatore: Cooperativa La Casa Ecologica Vigili del Fuoco - SV
- Complesso residenziale Ecosostenibile “M. Di Luzio” Montesilvano PE (Alloggi: 18)
Soggetto attuatore: Consorzio COCEA Abruzzi – PE
- Intervento Via Monte Tortona Gaeta LT (Alloggi: 18)
Soggetto attuatore: Cooperativa ACQUARIUS - LT
 
La triade delle iniziative selezionate nella Sezione Progettazione è assai eterogenea. Essa propone due interventi residenziali composti da case a schiera, soluzione tipica dei nostri paesaggi extra-urbani, caratterizzati da scelte tipologiche e realizzative particolarmente attente alle peculiarità ambientali del luogo in cui si realizza l’insediamento. Il terzo intervento propone un edificio condominiale multipiano apparentemente di classica impostazione architettonica ma denso di innovazione tecnologica, nonostante i vincoli imposti dal sito.
 
Il panorama dei progetti prescelti rappresenta un punto di equilibrio tra le tensioni ideali orientate all'eco-sostenibilità e i vincoli imposti dalla natura economica dell’edilizia sociale, dai soci delle Cooperative e dalle dinamiche del mercato. Le strutture Cooperative prescelte hanno risposto con questi progetti ad una delle sfide più significativa di questi anni: la verifica della applicabilità dei criteri di edilizia ecosostenibile - dalla scala urbanistica a quella architettonica e tecnologica - non solo in interventi sperimentali ma nella pratica corrente.
 
Come promuovere nella pratica corrente una nuova cultura dell’abitare, coniugando sostenibilità e qualità con costi contenuti per le famiglie è stata la scommessa del Progetto europeo SHE. Attraverso le azioni sviluppate nell’ambito del Progetto, otto operatori europei dell’alloggio sociale, hanno dimostrato che costruire una casa sana e vivibile, attenta all’ambiente e al risparmio energetico non è un lusso per pochi o un’utopia del prossimo millennio. Nella Conferenza che si svolgerà oggi a Roma saranno presentati i risultati degli interventi residenziali realizzati nell’ambito di SHE e alcuni strumenti operativi volti ad aiutare gli operatori nell’attivare un processo edilizio sostenibile.

Foto 1: Intervento Via Piave Alberga
Foto 2: Intervento Via Gulli Milano
 
 
Fonte: Federabitazione e Consorzio Nazionale CasaQualità

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui