Carrello 0
Bologna punta su intermodalità e riqualificazione
MERCATI

Bologna punta su intermodalità e riqualificazione

Presentati al Mipim 2009 i nuovi progetti urbanistico-infrastrutturali

19/03/2009 - Bologna System punta sull’intermodalità e sui progetti di riqualificazione urbana. Il sistema territoriale bolognese lo ha spiegato la scorsa settimana al Mipim di Cannes, in occasione di un evento organizzato per gli addetti del settore real estate e la stampa, presentando i principali progetti urbanistico-infrastrutturali che ruotano attorno ai poli funzionali della città e alle nuove infrastrutture.
 
Bologna, al pari delle maggiori città europee, ha partecipato alla più importante fiera internazionale dedicata al real estate e allo sviluppo urbano con uno stand e come “sistema”, sottolineando ancora una volta la condivisione dei principali progetti da parte delle istituzioni e di quei soggetti che sono fra i principali protagonisti delle trasformazioni del territorio. Quest’anno ha partecipato al Bologna System anche la Regione Emilia-Romagna con il Documento Unico di Programmazione, il piano regionale “anti-crisi” da 1,5 miliardi di euro.
 
Nello specifico, il Bologna System ha illustrato lo stato dell’arte dei principali progetti del territorio, l’avanzamento “lavori” e le principali opportunità d’investimento rappresentate dai progetti di sviluppo che ruotano attorno ai principali poli funzionali della città e alle nuove infrastrutture.
 
I principali progetti di trasformazione e sviluppo urbanistico presentati sono stati:
- la nuova stazione centrale, il cui progetto vincitore scelto tra 12 finalisti internazionali, è firmato Arata Isozaki; la stazione diventerà un hub intermodale che integrerà tutti i sistemi di mobilità pubblica urbana ed extraurbana: l’Alta Velocità, il People Mover, la Metrotramvia, il Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM);
- il nuovo insediamento urbano Bertalia-Lazzaretto , che interessa un’area di oltre 730.000 mq, dove si integreranno un nuovo polo universitario ed edifici per uso residenziale, insieme ad altre strutture destinate ad attività direzionali e commerciali, servizi pubblici e funzioni ricettive;
- il nuovo piano di sviluppo dell’ aeroporto G. Marconi che prevedela possibilità di insediare nuove attività integrative (servizi passeggeri, movimentazione merci...) e nuove attività complementari (congressuali, ricettive, retail...) per una superficie utile lorda di 96.000 mq (65.000 mq di superficie utile netta).
- l’intervento immobiliare “ Trilogia Navile ” di Valdadige Costruzioni ( Edifici residenziali e commerciali ed Edifici per uffici ), cinque lotti per una capacità edificatoria di 55.000 mq nei pressi della stazione e della nuova sede del Comune destinati a residenziale, direzionale e commerciale.
 
Sono inoltre stati presentati anche altri importanti progetti:
- la riqualificazione di 19 ex aree militari per un totale di 835.000 mq, in zone centrali della città da destinare a residenziale, commerciale e verde pubblico;
- la riqualificazione e l’alienazione di due edifici storici di Bologna, l’ex Maternità (10.600 mq + 7.000 di aree esterne) e l’ex ospedale dei Bastardini (5.800 mq), nel cuore del centro storico;
- l’ Interporto di Bologna punta all’ampliamento delle strutture per ulteriori 2.100.000 mq, di cui fino a 1.000.000 mq saranno destinati prevalentemente a magazzini e ribalte gomma-gomma. 
 
 
Bologna System è un network costituito da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Bologna, Regione Emilia-Romagna insieme a Aeroporto “Guglielmo Marconi”, Agenzia del Demanio, Finanziaria Bologna Metropolitana, Interporto, Valdadige Costruzioni, Bologna Fiere, Università, coordinato da PromoBologna - l’Agenzia di marketing del territorio.


Fonte: Ufficio stampa GMPR
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati