Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
LAVORI PUBBLICI Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
RISPARMIO ENERGETICO

Studio su efficienza energetica degli edifici pubblici

di Rossella Calabrese

Enea: un investimento di 8,2 mld di euro fa risparmiare 420 mln l’anno

Vedi Aggiornamento del 31/08/2009
Commenti 4563
03/03/2009 - Si è svolto lo scorso 26 febbraio a Roma un incontro sul tema “Crisi economica e intervento pubblico: il caso degli investimenti in efficienza energetica” nel corso del quale l’ ENEA ha presentato un’iniziativa finalizzata a definire e realizzare un intervento su scala nazionale per conseguirel’efficienza energetica degli edifici pubblici.
 
In apertura dell’incontro, il Presidente ENEA, prof. Luigi Paganetto, ha dichiarato: “Il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici è uno degli interventi utili a rilanciare l’economia e l’occupazione, attraverso la creazione di una vera e propria filiera, basata sulle nuove tecnologie e sull’utilizzo delle fonti rinnovabili”.
 
Si tratta di un comparto che per la sua dimensione e per la presenza di strutture di grande ampiezza e complessità può rappresentare un significativo avvio di una concreta attuazione di politiche nazionali di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera.
 
“ENEA, nel suo ruolo di Agenzia per l’Efficienza Energetica – ha continuato Paganetto – intende offrire alla Pubblica Amministrazione le competenze e gli strumenti per ridurre i consumi e i costi della bolletta energetica e, allo stesso tempo, incoraggiare un nuovo modo di concepire il patrimonio edilizio dello Stato, restituendo slancio alle imprese che operano nel settore delle costruzioni. Per raggiungere questo obiettivo – ha concluso il Presidente ENEA – occorre rafforzare la collaborazione tra pubblico e privato, tra ricerca e industria, dando vita a partnership strategiche che operino nel medio e nel lungo periodo”.
 
Lo studio individua nei settori scolastico e direzionale una prima occasione per realizzare interventi tecnologici di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico di cui vengono valutati costi ed effetti economici. Sono stati stimati i consumi attuali e la relativa “bolletta energetica” del campione selezionato: 15 milioni di MWh termici/anno e 6 milioni di MWh elettrici/anno per un costo di 1,8 Miliardi di euro/anno. Per gli interventi di riqualificazione energetica sul campione selezionato si stima una spesa complessiva di 8,2 miliardi di euro . Gli interventi previsti – che rispondono, dal punto di vista energetico, agli standard prescritti dalla normativa vigente (DLgs 192/2005 e successive modifiche) - sono stati applicati nelle diverse destinazioni d’uso, considerando solo quelli effettivamente applicabili e realizzabili con un impatto contenuto sulla continuità d’uso degli edifici interessati. 
 
Gli interventi prevedono il ricorso a materiali, componenti e sistemi realizzati con le tecnologie più avanzate oggi disponibili in grado di realizzare:
- la coibentazione delle superfici opache e trasparenti dell’involucro edilizio;
- una produzione efficiente del calore in funzione delle fonti disponibili;
- il ricorso alle fonti energetiche rinnovabili attraverso dispositivi sia attivi che passivi;
- una distribuzione efficiente dei servizi di climatizzazione e illuminazione modulabile in funzione della domanda.
 
Per ciascuna tipologia edilizia sono stati valutati gli effetti conseguenti in termini di riduzione della domanda e conseguente riduzione dei costi energetici. Complessivamente gli interventi previsti producono risparmi pari al 18% di energia termica e al 23% di energia elettrica (nel complesso una riduzione pari al 20% in termini di Energia Primaria). Il costo complessivo della bolletta energetica passa da 1,79 Miliardi a 1,37 Miliardi di euro, con una riduzione annuale di 420 Milioni di euro pari al 23% rispetto al tendenziale.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui