Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Efficienza energetica, assegnati ai Comuni oltre 522 milioni di euro per il 2020
AMBIENTE Efficienza energetica, assegnati ai Comuni oltre 522 milioni di euro per il 2020
AZIENDE

Tecnologia e design si fondono per superare le barriere della quotidianità

Perception - Function Through Emotion

Commenti 2794
21/05/2009 -  Perception - Function Through Emotion è il progetto concepito dagli studenti di Domus Academy in occasione del workshop “Boundless – Senza confini”, organizzato nell’ambito del Master in Business Design e sponsorizzato da Bticino.
 
La presa di coscienza dell’esistenza di un elevato numero di barriere fisiche, culturali e sociali che vincolano la nostra esistenza, ha ispirato Perception - Function Through Emotion, un progetto in grado di trasformare simili ostacoli in opportunità attorno a cui progettare. 
Il progetto congiunge un’alta ispirazione sociale con il carattere visionario nell’immaginare nuovi scenari domestici per la vita delle persone differentemente abili. L’ispirazione è giunta dallo studio del sistema ricettivo dei pipistrelli, in grado di percepire la distanza e la conformazione degli oggetti sfruttando un sofisticato sistema di infrasuoni. La capacità di provvedere alla mancanza della vista tramite un raffinato sistema di interscambio con l’ambiente circostante, è stata la fonte d’ispirazione di Perception.
 
L’intuizione di fondo del progetto è che alla complessità e imprevedibilità funzionale dell’ambiente domestico possa corrispondere un arricchimento degli apparati sensoriali dell’uomo, alla complessità crescente della tecnologia e delle funzioni. Il progetto risponde con l’idea che tali processi possano essere guidati da un nuovo stato di ipersensibilità, che sfrutta la telepatia e l’energia mentale – campi in cui la scienza applicata ha fatto sensibili passi in avanti – come attivatori di meccanismi e funzioni esterne, per consentire a persone con disabilità permanenti o temporanee di raggiungere una maggior autonomia.
Obiettivo del progetto è trasformare la casa in un sistema ricettivo capace di attivare le diverse funzioni operative per mezzo di input mentali, sfruttando la capacità dei materiali di condurre elettricità e informazioni e la possibilità di applicare raffinati sensori all’interno delle mura domestiche. Così facendo le mura domestiche si trasformano in pareti interattive con cui ‘comunicare’ ed instaurare uno scambio reciproco di dati.
 
Con la sponsorizzazione del workshop “Boundless – Senza confini”, BTicino intende promuovere un’attività di ricerca indirizzata allo studio di nuove soluzioni tecnologiche che consentano di superare numerose barriere, a favore di esigenze sempre più ampie, e in un’ottica di Design for All, approccio verso il quale l’azienda è sempre più impegnata e coinvolta.


BTICINO su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui