Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Codice Appalti, commissari, permessi più veloci: si delinea il DL Semplificazioni
LAVORI PUBBLICI Codice Appalti, commissari, permessi più veloci: si delinea il DL Semplificazioni
EVENTI

Andrea Stipa alla British School at Rome

di Rossella Calabrese

In mostra 6 progetti dell'architetto romano

Commenti 3566

18/05/2009 – La British School at Rome inaugura domani “Inside Out”,  la quarta mostra del ciclo “Londra-Roma: Work in Process”.
 
Protagonista dell’esposizione in quel di Roma è “architettura tattile, di volume, materiale e luce” del romano Andrea Stipa, fondatore nel 1996 dello studio omonimo e vincitore di diversi riconoscimenti tra cui il premio Giancarlo de Carlo per il progetto “Vema- Paesaggio sonoro” alla Biennale d’Architettura di Venezia 2007, e il premio INARCH per l’opera prima, nel 2000, con il Centro Parrocchiale SS. Giusto e Donato a Monteroni.
 
L’evento, che volgerà al suo temnie il prossimo 8 giugno, è curato da Marina Engel e Gabriele Mastrigli ed è realizzato in collaborazione con l’Architecture Foundation di Londra e la PARC- Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l'architettura e l'arte contemporanee del Ministero per i Beni e le Attività Culturali di Roma.
 
Sei in tutto le proposte illustrate col supporto di plastici, diagrammi, immagini e testi, installati su una parete/contenitore, che scinde lo spazio espositivo in due aree semi aperte, attraverso le quali i visitatori possono interagire tra di loro e osservare più progetti contemporaneamente.
 
I lavori presentati si differenziano per varietà di scala e funzione. Alcuni di essi sono stati concepiti per committenti pubblici, è questo il caso della scuola per l’infanzia a Prato-Galcetello, del Parcheggio di scambio con attività commerciali a Roma, del già citato Quartiere residenziale e della musica di VEMA o del quartiere residenziale con servizi (concorso internazionale “Abitare a Milano”) , altri invece sono nati per soddisfare richieste provenienti da privati, come una casa unifamiliare in Toscana ristrutturata e ampliata o la riqualificata sala cinematografica ANICA a Roma.
 
Quel che emerge dai lavori in mostra è uno spirito pragmatico, attento alle necessità della committenza ma rispettoso della complessità del luoghi di destinazione. Esterno e interno sono coinvolti in un dialogo costante, teso a conferire una certa dinamicità agli spazi oggetto di progettazione.
 
La cerimonia di inaugurazione della mostra (h 19.30) sarà preceduta da una conferenza presentata da Gabriele Mastrigli (h 18,30).


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui