Carrello 0
Al via il concorso Ponte Pigneto per gli under 40
CONCORSI

Al via il concorso Ponte Pigneto per gli under 40

di Daniela Colonna

Autosufficienza energetica ed elasticità i criteri di progettazione

Vedi Aggiornamento del 05/03/2010
25/06/2009 - In/Arch e Lab(e)s hanno lanciato un concorso dal titolo Ponte Pigneto per giovani progettisti under 40.
 
Il concorso è finalizzato a proporre e divulgare opere pubbliche che rispondano a due importanti criteri:
 
- autosufficienza energetica attraverso esempi virtuosi di architetture pubbliche che leghino forma e tecnologia;
 
- elasticità attraverso opere pubbliche che abbiano la capacità di adattarsi ai cambiamenti di territori urbani in continua trasformazione.
 
Tema di questa edizione è il ponte pedonale del Pigneto a Roma perchè già nodo importante nel territorio può diventare attraverso un'attenta riqualificazione uno dei simboli del quartiere.
 
Il ponte pedonale di via del Pigneto è l'unico punto di connessione tra due aree del quartiere caratterizzate da profonde diversità; da una parte l'isola pedonale luogo che più di ogni altro rispecchia il nuovo volto del Pigneto, con i locali e le attività nate negli ultimi anni; dall'altra il resto del quartiere anch'esso interessato da trasformazioni e rinnovamenti ma con una vocazione decisamente più residenziale.
 
Il Ponte è visibile da Via Prenestina e Casilina, costituisce un passaggio obbligato per i flussi pedonali e ciclabili ed è un luogo di comunicazione nel quartiere ed è divenuto espressione artistica e della visibilità in generale.
 
Gli obiettivi del concorso sono i seguenti :
 
- avviare una riflessione sul tema del ponte, che dovrebbe assumere un ruolo di centralità per la zona diventando un elemento simbolo del quartiere : ponte come unione degli opposti, Pigneto come ponte tra centro e periferia, tra autoctoni e nuovi migranti, tra vecchie e nuove generazioni;
 
- acquisire proposte progettuali e concettuali che elaborino una nuova immagine di ponte pedonale e ciclabile : sviluppando la naturale vocazione del luogo, già oggi utilizzato per la sosta oltre che per il solo transito, giungere alla definizione di un elemento significativo di aggregazione che tenga conto delle diverse categorie di utenti presenti nel quartiere nonché dei vari utilizzi nelle diverse ore del giorno;
 
- pensare la proposta in termini di sostenibilità, non solo in termini di costruibilità, ma anche e soprattutto nel suo grado di relazione tra situazione attuale e possibili scenari futuri determinati dalla copertura del vallo ferroviario;
 
- immaginare un sistema di illuminazione che non sia solo funzione ma dia corpo ad una precisa “forma”, simbolo del quartiere e riferimento nella città;
 
- promuovere nuove tecnologie e materiali innovativi per presentare al Municipio progetti che sappiano sostenersi energeticamente e pubblicizzino un’integrazione totale tra impianto ed architettura.

Il bando completo sarà pubblicato e disponibile dal 15 luglio 2009 sul sito in/arch: www.inarch.it e su www.pigmenti.wordpress.it
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati