Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
LAVORI PUBBLICI

Carceri, presentato il piano da 1,6 miliardi di euro

di Rossella Calabrese

Ampliamento dei penitenziari esistenti e realizzazione di nuove strutture a Roma, Milano, Napoli e Catania

Vedi Aggiornamento del 29/06/2010
Commenti 4659
04/06/2009 - È stato presentato nei giorni scorsi al Ministro della Giustizia il Piano Carceri messo a punto da Franco Ionta, capo del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e commissario straordinario all’edilizia penitenziaria, come previsto dall’articolo 20 della Legge 2/2009 .
 
Il Piano, che illustra gli interventi previsti, i tempi e le modalità di realizzazione e le risorse economiche necessarie, prevede la costruzione di nuovi istituti di pena nelle principali aree metropolitane italiane: Roma, Milano, Napoli e Catania, ma anche a Genova e a Reggio Calabria.
 
La principale fonte di finanziamento individuata è la Cassa delle Ammende, destinata a progetti di reinserimento dei detenuti, anche perchè – spiega la relazione – le nuove opere e strutture saranno progettate tenendo conto non solo della sicurezza ma anche delle attività dei detenuti: infatti nella costruzione potranno essere impiegati i detenuti stessi. Sono state poi prospettate forme di finanziamento alternative come la locazione finanziaria, la finanza di progetto e la permuta. Altre fonti sono i fondi di bilancio, i fondi FAS (Fondo per le Aree Sottoutilizzate), i fondi della Patrimonio dello Stato SpA e della Cassa Depositi e Prestiti.
 
È proposta la realizzazione, in tempi ragionevoli – continua la relazione –, di 46 nuovi padiglioni in ampliamento di strutture esistenti, la ristrutturazione di un istituto e la costruzione di 9 nuovi penitenziari.
 
Di seguito l’articolazione su base regionale del Piano:
 
In Piemonte è prevista la costruzione di un nuovo penitenziario di 400 posti, per un importo di 65 milioni di euro ancora da reperire. Nuovi padiglioni all’interno di istituti esistenti aggiungerebbero altri 1000 posti, per i quali le risorse sono già state individuate. In Lombardia per 2.347 nuovi posti occorrono 195 milioni di euro non ancora individuati, mentre i 2.240 posti da realizzare in penitenziari esistenti sarebbero già finanziati, per 31 milioni da fondi ordinari degli anni 2007, 2008 e 2009, per 16 milioni e 130mila euro dalla Legge 259/2002, per 50 milioni dalla Cassa delle Ammende e per una cifra non definita dalla finanza di progetto. Nel Triveneto , per 159 nuovi posti occorrono 80 milioni di euro ancora da individuare, 121 contano sul finanziamento derivante da una permuta, 144 posti saranno realizzati con 24 milioni di euro provenienti dal FAS e completati entro dicembre 2012, e altri 200 con 10 milioni dalla Cassa delle Ammende.
 
In Liguria ancora il FAS finanzierà con 1 milione e 500mila euro la realizzazione di 94 nuovi posti, mentre altri 400 posti sono ancora privi di copertura finanziaria (65 milioni). In Emilia Romagna sempre con fondi FAS saranno realizzati entro dicembre 2012, 90 nuovi posti per un importo di 20 milioni di euro; nuovi padiglioni in strutture esistenti aggiungeranno, entro il 2012, 1.150 posti, per un totale di 55 milioni e 600mila euro già finanziati da fondi ordinari e dalla Cassa delle Ammende. Nel Lazio si prevedono 2.909 nuovi posti, dei quali solo 800 hanno la copertura economica (19 milioni e 600mila euro a cui va aggiunta una operazione di project financing e una permuta), mentre per gli altri (295 milioni di euro) la fonte di finanziamento è da individuare. In Campania , saranno realizzati 1.000 nuovi posti con 130 milioni di euro da reperire, e altri 1.254 già finanziati con fondi ordinari o con la Cassa delle Ammende per un totale di 54 milioni e 100mila euro. In Sardegna sono previsti 913 nuovi posti, finanziati per 133 milioni di euro con fondi FAS e per la restante parte con fondi ordinari residui e project financing.
 
In Toscana , per i nuovi 500 posti letto sono già disponibili i 27 milioni e 800mila euro; in Umbria ne sono previsti 200 e nelle Marche 50, per i quali sono già disponibili le risorse. In Abruzzo e Molise l’incremento, già finanziato dalla Cassa delle Ammende, sarebbe di 200 posti. In Puglia saranno realizzati 400 nuovi posti, con 20 milioni di euro provenienti da fondi ordinari e dalla Cassa delle Ammende. In Calabria 450 per i quali finanziati con fondi della Legge 259/2002. In Sicilia è previsto un aumento di 1.908 posti letto di cui 908 (150 milioni di euro) ancora senza copertura e il resto (49 milioni e 900mila euro) già finanziati.
 
In totale sono previsti 17.129 nuovi posti letto, 10.806 dei quali già provvisti di finanziamento per oltre 600 milioni di euro, e 6.323 ancora senza copertura (980 milioni di euro necessari).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui