Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
PROFESSIONE

Durc, accertamenti in base ai contratti dipendenti

di Paola Mammarella

Non hanno l'obbligo di iscriversi alle Casse Edili le imprese senza operai

Vedi Aggiornamento del 11/11/2009
Commenti 8724
18/06/2009 – Inps e Ministero tornano ad occuparsi di regolarità contributiva. L’Istituto nazionale di previdenza sociale, con il Messaggio 13327 del 10 giugno scorso, ha chiarito la pronuncia 56/08 rilasciata dal Ministero del Lavoro.
 
Nel 2008 il Ministero aveva spiegato la sussistenza dell’obbligo di iscrizione alle Casse Edili solo per le imprese inquadrate o comunque rientranti nell’edilizia. Escludendo le realtà che, pur potendo essere assimilate al settore delle costruzioni, non occupano operai da denunciare alle Casse Edili, ma solo personale tecnico o amministrativo.
 
Non sono obbligati ad effettuare l’iscrizione alla Cassa Edile neanche le aziende che, pur operando nelle realtà di cantiere, applicano ai propri dipendenti il contratto nazionale metalmeccanico.
 
Per prevenire e contrastare i fenomeni elusivi il Ministero e gli enti preposti al rilascio del Durc , si sono pronunciati favorevolmente sulla possibilità che il Documento unico di regolarità contributiva sia rilasciato dalle Casse Edili anche per le imprese che non occupano operai.
 
In questo caso il riferimento è costituito dal contratto nazionale edile applicato all’impresa. La regolarità è inoltre intesa solo nei confronti di Inps e Inail, fermo restando l’accertamento di irregolarità per rapporti di lavoro pregressi.
 
Sulla base delle indicazioni ministeriali è stato implementato lo Sportello Unico, che sotto il profilo tecnico-operativo, in fase di richiesta del Durc, prevede l’aggiunta della voce “Edile con solo impiegati e tecnici” nella sezione relativa al CCNL applicato.
 
Dopo aver inoltrato la richiesta, la procedura smista automaticamente la pratica a Inps , Inail e Cnce , Commissione nazionale paritetica per le Casse Edili. Il Durc emesso recherà quindi, oltre alle indicazioni di Inps e Inail, la dicitura “L’impresa non è tenuta a iscriversi alla Cassa Edile in quanto dichiara di non avere dipendenti operai”.
 
Se invece il Cnce rileva che l’impresa è debitrice nei confronti di una Cassa Edile per rapporti di lavoro pregressi, il Durc attestante l’irregolarità contributiva sarà emesso dalla Cassa Edile competente.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Sergio

egregio Pisano Concetto, sono d'accordo con te che i debiti pregressi debbano essere sistemati. Ma con la crisi che c'è,che programmi puoi fare? ( se ti va bene ,lavori un mese su cinque.E poi per aver avuto dei problemi i quali hanno causato il ritardo,ti sembra giusto che debba pagare il doppio?Adesso con questa crisi ,chi mi dà il lavoro? Chi mi paga gli interessi?Tra l'altro il "favore" di rateizzare fino a 72 mesi l'hanno acconsentito nel 2007,anno in cui è incominciata la crisi,e se nè salti una ti cade la rateazione e quello che hai già dato.Che te ne pare ? Tanto è tutto inutile ...........Sergio