Carrello 0
A Savona in mostra i lavori di 9 fotografi d'architettura
EVENTI

A Savona in mostra i lavori di 9 fotografi d'architettura

di Rossella Calabrese

Tra i protagonisti Basilico, Beretta e Spiluttini

01/07/2009 - Un gruppo di fotografi d’architettura di fama internazionale è protagonista della mostra itinerante “La visione dello spazio”, in programma a Savona dal 3 al 14 luglio prossimi, presso Palazzo della Loggia - Fortezza del Priamàr.
 
Nata nel merito del XXIII Congresso Mondiale degli Architetti di Torino, su iniziativa del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, l’esposizione, curata da Roberto Mutti, indaga la relazione tra “qualità del territorio e dell'ambiente costruito”, attraverso gli scatti di Gabriele Basilico, Stefania Beretta, John Davies, Franco Donaggio, Maurizio Galimberti, Andrea Garuti, Occhiomagico, Margherita Spiluttini, Vlàdimir Sutiàghin.
 
Le immagini in mostra sono segnate da una pluralità d’approcci formali e teorici: dalla fotografia “classica” di Basilico e Davies, alle ambientazioni oniriche di Occhiomagico, passando per le sperimentazioni di Maurizio Galimberti - che traduce le opere immortalate in una successione di piani variamente assemblati o isolati. Se quello di Franco Donaggio è un tessuto urbano trasfigurato, Stefania Beretta si confronta col “sopra e il sotto” della città, mentre Andrea Garuti fa del lirismo il tratto principale delle sue composizioni. La relazione tra elementi architettonici e paesaggio naturale è al centro della ricerca fotografica proposta in mostra da Margherita Spiluttini, mentre il bielorusso Vladimir Sutiaghin presenta dei lavori dedicati alla sua terra d’origine.
 
“La mostra non è stata realizzata con l'intento di presentare un panorama esaustivo dell'attuale situazione internazionale della fotografia di architettura, operazione troppo ambiziosa e anche inadeguata perché oggi è evidente che la caduta degli steccati fra i generi rende sempre più difficile distinguere la fotografia di architettura e di paesaggio da quella più generalmente definita come creativa. Si è così voluto accostare autori differenti per formazione e scelte espressive che si sono misurati con questo tema nei modi più diversi, operando una scelta volutamente insolita e, forse, anche un poco spiazzante”, spiega Roberto Mutti.
 
L’esposizione sarà inaugurata venerdì 3 luglio alle ore 18.15 presso l’Atrio Pertini della Fortezza del Priamàr (Palazzo della Loggia). All’evento prenderanno parte il fotografo Franco Donaggio ed il curatore Roberto Mutti, che condurranno il pubblico in una visita guidata alla mostra.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati