Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Abruzzo, in arrivo rinnovabili e nuovi alloggi

di Paola Mammarella

Sarà realizzato in project financing il parco fotovoltaico da 2 MW

Vedi Aggiornamento del 04/09/2009
09/07/2009 - È entrata in vigore l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3784/2009 del 25 giugno scorso, che modifica le precedenti disposizioni inserendo nuove previsioni. Il cambiamento introdotto dalla nuova ordinanza coinvolge le precedenti 3769/2009 sull’assegnazione temporanea di alloggi a favore delle famiglie la cui abitazione è risultata distrutta o inagibile a causa del sisma e 3779/2009 contenete la concessione di contributi per la ricostruzione degli immobili danneggiati.
 
Gli alloggi potranno anche non essere arredati, facendo scendere il canone di locazione del 10%, o essere situati in Regioni limitrofe all’Abruzzo. Il limite del finanziamento agevolato di 80 mila euro per la riparazione delle seconde case deve essere considerato al netto di onorari e spese notarili per l’accensione del finanziamento stesso.
 
I Sindaci , previa autorizzazione del Commissario delegato, potranno realizzare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sugli immobili di proprietà del Comune destinati a ospitare i nuclei familiari la cui abitazione abituale sia stata distrutta. La localizzazione degli alloggi temporanei per i lavoratori impegnati nella ricostruzione potrà essere effettuata in deroga ai piani urbanistici.
 
La voglia di ricostruzione in Abruzzo passa anche attraverso la diffusione delle energie rinnovabili . La società Enam SpA, attraverso la sua partecipata Fabric Energy realizzerà il parco del sole, con annesso percorso didattico e centro di alta formazione per i giovani della provincia de L’Aquila.
 
L’investimento sarà realizzato da Fabric Energy con l’abruzzese Apalux Energy , che realizzerà il parco. Enam metterà a disposizione le proprie conoscenze professionali. Attraverso le energie rinnovabili si potranno recuperare risorse economiche da utilizzare in altri settori, come la riduzione dei consumi elettrici e termici. Il progetto del parco fotovoltaico, risalente all’inizio dell’anno, potrebbe essere ultimato in 24 mesi.
 
Nel campo, con potenza di 2 MW, saranno presenti anche aule didattiche , laboratorio, centro di ricerca e impianto fotovoltaico “a girasole”. Completeranno il quadro anche un impianto dimostrativo di minieolico e uno per la produzione di energia dalle acque e sistemi di fitodepurazione.
 
La realizzazione avverrà in autofinanziamento, avvalendosi del project financing grazie alla collaborazione con il Comune di Correpelle, la Regione Abruzzo e l’Università de L’Aquila. Oltre all’attività di ricerca in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria, l’energia prodotta non necessaria alle attività del parco sarà venduta al gestore nazionale.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati