Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
PNRR, assegnati alle Regioni 7,5 miliardi di euro per infrastrutture ed edilizia
LAVORI PUBBLICI PNRR, assegnati alle Regioni 7,5 miliardi di euro per infrastrutture ed edilizia
LAVORI PUBBLICI

Infrastrutture: approvato il Dpef per il periodo 2010-2013

di Rossella Calabrese

Entro settembre 2009 un programma di opere medio piccole per un importo di 815 milioni di euro

Vedi Aggiornamento del 12/05/2011
Commenti 7320
16/07/2009 - Via libera del Cipe all’ Allegato Infrastrutture al Dpef 2010-2013 , messo a punto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.
 
Nell’introduzione al DPEF si legge che la manovra triennale – già approvata dal CIPE  il 26 giugno scorso ( leggi tutto ) – vale oltre 28 miliardi di euro, di cui oltre il 64% di capitali privati, ed il 36% di capitali derivanti da Fonti FAS, Legge Obiettivo ed altre disponibilità pubbliche, nel pieno rispetto della destinazione dell’85% al Mezzogiorno.
 
Nell’incontro tra Governo e parti sociali per la presentazione del Dpef, il Ministro Matteoli ha spiegato che “il Governo ha mantenuto inalterato l’impegno di risorse per il triennio pari a 14 miliardi di euro, un impegno che ha consentito nel 2009 l’assegnazione per infrastrutture di 9,9 miliardi di euro, anticipando integralmente la quota prevista per il 2010. Occorre, quindi, ora dimostrare – ha affermato il Ministro – la nostra capacità di approvare i progetti al CIPE e di cantierare le opere. Rispetto al primo obiettivo, dal dicembre 2008 a oggi il CIPE ha approvato opere per 10 miliardi di euro e si pensa che con la prossima seduta si raggiungerà l'importo di 15 miliardi di euro”.
 
Dopo le delibere del CIPE del 6 marzo 2009 , dell’ 8 maggio 2009 e del 26 giugno 2009 , che hanno definito le assegnazioni finanziarie, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha disegnato un quadro di azioni da attuare nel breve e medio periodo:
 
- entro settembre 2009 sarà sottoposto al CIPE un programma di opere medio piccole per un importo di circa 815 milioni di euro ;
 
- entro l’anno saranno sottoposti al CIPE interventi per un valore globale di 15 miliardi di euro relativi al Programma di interventi deliberati dal CIPE nella seduta del 6 marzo 2009 e del 26 giugno 2009;
 
- entro l’anno saranno attivate le gare per gli edifici pubblici della zona del terremoto de L ’Aquila per un importo di circa 160 milioni di euro ;
 
- entro l’anno saranno attivate le gare per l’ edilizia scolastica della zona del terremoto de L'Aquila per un importo di circa 220 milioni di euro ;
 
- entro ottobre 2009 sarà disponibile il quadro degli interventi urgenti per la messa in sicurezza degli edifici scolastici , per un valore pari a circa 750 milioni di euro . Entro il mese di dicembre potranno concludersi le gare di affidamento di almeno il 40% di tale quadro programmatico;
 
- entro luglio 2009, sarà sottoposta al CIPE una prima proposta per l’attuazione organica del Piano di edilizia carceraria supportata dalla disponibilità di una prima tranche di 200 milioni di euro
 
- entro luglio 2009 sarà costituito un nucleo operativo , al massimo livello, all’interno del Dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il compito di ridurre i tempi che intercorrono tra l’approvazione dei progetti da parte del CIPE e la loro cantierizzazione. Infatti, dal momento della approvazione dei progetti al CIPE all’apertura dei cantieri intercorrono spesso anche 24 mesi. Il nucleo ha un preciso mandato: riportare entro 120 giorni l’intero iter procedurale. Tale impegno è oggi possibile grazie alle nuove norme del Codice degli Appalti e alla istituzione dei Commissari previsti dalla Legge 2/2009 ;
 
- presentazione alla BEI di un Piano di interventi , da supportare attraverso la linea di credito definita nel protocollo di accordo dell’ottobre 2008.

Particolare attenzione è, inoltre, dedicata alle linee di intervento da attivare in relazione alla ricostruzione post-sima in Abruzzo, all’Expo 2015 di Milano, al piano di edilizia abitativa, al sistema della portualità, alla sicurezza stradale, al piano energetico nazionale, alla logistica, al coinvolgimento dei capitali privati nella realizzazione delle infrastrutture.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui