Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate, pubblicata la Guida aggiornata
NORMATIVA Bonus facciate, pubblicata la Guida aggiornata
LAVORI PUBBLICI

Infrastrutture prioritarie, iter ridotto a 120 giorni

di Paola Mammarella

Matteoli: entro la fine dell’anno al via cantieri per 14 mld di euro

Vedi Aggiornamento del 28/10/2009
Commenti 5167
17/07/2009 – È stata discussa mercoledì 15 luglio alla Camera l’ interrogazione sui contenuti del Piano delle Opere Prioritarie 2009, presentata dall’onorevole del PdL Valducci al Ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Altero Matteoli.
 
Dato il riconosciuto effetto anticiclico riconosciuto al settore edilizio e delle infrastrutture, soprattutto in riferimento alle grandi opere , è stato chiesto al Ministro quali saranno i cantieri dai quali far partire il rilancio dell’economia. Nell’ultima riunione del Cipe , tenutasi il 26 giugno, il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha infatti annunciato lo sblocco di diversi cantieri sul territorio.
 
La delibera del Cipe secondo il Ministro Matteoli ha attivato una delle operazioni di infrastrutturazione del territorio più massiccia dal dopoguerra sia per le dimensioni ingegneristiche e finanziarie che per l’impatto sull’occupazione.
 
Saranno attivati interventi per un valore globale di 30.118 milioni di euro. Dalla fine del 2008 il Cipe ha già approvato opere per oltre 10 miliardi di euro, cosa che rende indispensabile per il Governo il completamento della fase istruttoria dei progetti per l’avvio concreto dei cantieri e di una nuova offerta infrastrutturale.
 
Consistenti i risultati di questa azione secondo Matteoli. Crescita del prodotto interno lordo, aumento dei livelli occupazionali, contenimento dei costi della logistica, aumento della competitività e riduzione dei costi di trasporto nelle aree metropolitane saranno alcune delle conseguenze immediatamente misurabili.
 
Considerando tutta la mole degli investimenti, iniziata con la delibera del Cipe del 18 dicembre 2008, si potrebbe registrare un aumento del Pil pari a 2,3 o 2,6 punti percentuali. Risultato raggiungibile solo se tra lo stanziamento e l’apertura dei cantieri passerà un arco di tempo limitato.
 
Per questo motivo, entro il mese di luglio 2009, sarà costituito un nucleo operativo all'interno del Dicastero delle infrastrutture e dei trasporti col compito di ridimensionare i tempi che intercorrono tra l'approvazione dei progetti da parte del CIPE e la loro cantierizzazione.
 
L’intero iter procedurale dovrà essere riportato nei 120 giorni attraverso le nuove norme del Codice degli Appalti e l’istituzione dei Commissari, introdotta con la Legge 2/2009 . I questo modo entro la fine dell’anno potranno partite cantieri per un valore di 14 miliardi di euro.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui