Carrello 0
URBANISTICA

Abruzzo: ok alla legge per il governo del territorio

Recepite le modifiche introdotte nella normativa nazionale e comunitaria

27/07/2009 - “Abbiamo approvato in Giunta il disegno di legge recante ‘Norme in materia di pianificazione per il governo del territorio’ che potrà quindi rapidamente essere sottoposto all’attenzione del Consiglio regionale”.
 
Lo dichiara il Presidente della Regione, Gianni Chiodi, all’indomani dell’approvazione in Giunta Regionale del provvedimento che, aggiunge Chiodi, “nel corso del suo percorso di perfezionamento ed adeguamento ha assorbito le modifiche intervenute nel quadro legislativo nazionale, recependo anche i processi innovativi introdotti in ambito comunitario”.
 
Sull’argomento il Presidente sottolinea che sono stati organizzati consultazioni e tavoli tematici attinenti alla lettura critica del Disegno di legge, cui hanno preso parte tutti rappresentanti di Uncem, Anci, Ance, Ordine Architetti ed Ingegneri, Unitel, ed organizzazioni sindacali.
 
“La Pianificazione territoriale ed urbanistica - continua Chiodi - persegue diversi obiettivi: garantire il corretto uso e la tutela delle risorse territoriali, ambientali, paesaggistici con una sistematica attività conoscitiva volta alla loro valutazione integrata nei progetti di sviluppo condivisi dalla società regionale; realizzare un sistema di concertazione tra i diversi soggetti competenti in materia di pianificazione e programmazione secondo i principi di sussidiarietà e coesione sociale; realizzare e completare le Armature urbane e Territoriali garantendone le prestazioni e le relazioni funzionali con il sistema insediativo”.
 
Attori dell’attività di Pianificazione del territorio, che realizza le proprie finalità definendo le condizioni di coerenza dei progetti di sviluppo e verificandone la compatibilità rispetto al territorio, all’ambiente ed al paesaggio, sono i Comuni, le Province e la Regione, con il contributo degli enti parco, delle autorità di bacino, dei soggetti gestori di servizi pubblici, delle associazioni ambientaliste; attraverso l’interazione tra questi soggetti prendono forma i Piani di settore, quelli che definiscono le previsioni di assetto strutturale e di attuazione nonché i Programmi integrati di intervento.
 
Il disegno di legge, che prevede anche l’istituzione dell’Osservatorio per la verifica della fase di prima attuazione della legge e di eventuali Agenzie di Pianificazione, si compone di quattro titoli che detteranno le regole non solo degli strumenti di pianificazione e di attuazione ma anche delle misure di salvaguardia e delle procedure per la realizzazione di opere pubbliche non previste nella strumentazione urbanistica, delle prescrizioni a carattere sostanzialmente espropriativo e più in generale di tutta la materia di programmazione del territorio.
 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati