Carrello 0
Brasile: House 53 di Marcio Kogan
ARCHITETTURA

Brasile: House 53 di Marcio Kogan

di Cecilia Di Marzo

Un blocco monolitico in legno, vetro e calcestruzzo

31/08/2009 - La volumetria della House 53 di Marcio Kogan è stata definita secondo le leggi edilizie della città di São Paulo nonché secondo la particolare forma del sito, che ha un fronte di poco più di 10 metri e circa 30 metri di lunghezza. La normativa brasiliana consente la costruzione di edifici di massimo due piani mentre un terzo piano è consentito solo se si rispettano gli arretramenti laterali.
 
La casa è stata concepita come un blocco in legno monolitico, con un sovrastante volume di calcestruzzo e vetro. A causa della scarsa superficie a disposizione, i due lati della “scatola” hanno grandi finestre per consentire una maggiore illuminazione degli spazi interni. Il volume più piccolo della casa, che comprende il salone al primo piano e le camere da letto al secondo, è una scatola di vetro con frangisole in legno che si aprono come porte pieghevoli. Le facciate anteriori e posteriori delle camere sono state progettate per essere completamente chiuse o completamente aperte. Guardando dall’esterno, ove anche la parete di chiusura sul fronte strada è stata realizzata nello stesso modo, quando i brise soleil  sono chiusi, è impossibile distinguere le aperture e tutte le superfici in legno costituiscono un unico volume puro senza sporgenze.
 
Per alcuni pezzi d’arredamento sono state scelte aziende italiane come Flos per la lampada Skygarden di Marcel Wanders, o la Spun Light F di Sebastian Wrong, Romeo Soft e Archimoon K di Philippe Starck, il divano della B&B Italia, altri elementi, come il grande tavolo da pranzo e la lunga madia, la cucina e il letto, sono stati progettati direttamente da Marcio Kogan (studio mk27).
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati