Carrello 0
NORMATIVA

Aree pubbliche, le Entrate sui vincoli di costruzione

di Paola Mammarella

L’inedificabilità viene meno se è consentita l’iniziativa privata o mista

05/08/2009 – Possono diventare edificabili le aree pubbliche, destinate cioè a impianti e attrezzature di interesse generale.
 
Si potrà quindi costruire sulle zone destinate a verde pubblico o con impianti sportivi attrezzati, ma solo se non sono a uso esclusivamente pubblicistico ed è prevista la possibilità di interventi da parte dei privati. Lo ha spiegato l’ Agenzia delle Entrate , con la Risoluzione 170/E del 3 luglio scorso.
 
Il chiarimento si è reso necessario nel momento in cui, in sede di successione, si valutava l’applicabilità della “valutazione automatica”, che consente di non sottoporre a rettifica il valore degli immobili, ad alcune zone destinate ad impianti pubblici. Questo tipo di agevolazione è invece escluso se l’area è dichiarata fabbricabile.
 
Basandosi sul parere della Cassazione, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che l’edificabilità di un’area oltre alle costruzioni abitative ricomprende qualsiasi forma di trasformazione del suolo riconducibile al concetto di edificazione, come parcheggi e infrastrutture.
 
Se lo strumento urbanistico non esclude la realizzazione di opere su iniziativa privata o mista, decade quindi il vincolo di inedificabilità.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati