Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Nuovo Testo Unico Edilizia, passi avanti per la proposta di legge
NORMATIVA Nuovo Testo Unico Edilizia, passi avanti per la proposta di legge
APPALTI

Abruzzo: consegnati i primi appartamenti del Piano C.A.S.E.

di Rossella Calabrese

Terminata la prima fase dell’inchiesta sugli edifici crollati, stanno per partire gli avvisi di garanzia

Vedi Aggiornamento del 26/02/2013
Commenti 6424
30/09/2009 - Sono stati inaugurati ieri a Bazzano e a Cese di Preturo i primi 19 edifici antisismici del progetto C.A.S.E.; 400 famiglie hanno ricevuto le chiavi degli appartamenti in cui alloggeranno fino a quando le loro case non saranno state riparate o ricostruite. Alla cerimonia di consegna delle chiavi hanno partecipato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, e le autorità locali.
 
Gli appartamenti sono arredati e dotati di elettrodomestici e complementi d’arredo. Gli alloggi sono distribuiti su due o tre piani e hanno diversa metratura, in base alla composizione dei nuclei familiari cui sono destinati; sono disponibili anche alloggi forniti di tutti gli ausili necessari per ospitare persone con disabilità motoria. Per gli edifici consegnati ieri sono state già completate le opere di urbanizzazione e le aree verdi.
 
Tra gli edifici consegnati ieri ci sono quelli realizzati dal Consorzio Stabile Consta realizzati in cemento armato prefabbricato e quelli del Consorzio Stabile Arcale costruiti con pannelli portanti in legno. Inaugurati anche gli appartamenti realizzati da Ille Prefabbricati Spa / Belwood Srl  con l’impiego di pannelli strutturali in legno e facciata ventilata in cotto e la prima delle sei palazzine di Coge Costruzioni Generali / Consorzio Esi, realizzate in tecnologia stratificata a secco.
 
Consegnate, inoltre, le unità abitative in legno realizzate dall’impresa Cosbau Spa di Bolzano con Damiani Legnami SpA, in collaborazione con il gruppo Perini di Trento, e le abitazioni di Orceana Costruzioni , realizzate in collaborazione con Wolf Haus ETS Engineering.
 
Dal mese di giugno la struttura tecnica della Protezione Civile è al lavoro per la realizzazione dei 184 complessi del Progetto C.A.S.E. –  una delle soluzioni adottate per i cittadini aquilani con una abitazione di tipo E, F o in “zona rossa” – per un totale di 4.700 alloggi destinati a 17mila persone rimaste senza casa. Fino alla fine dell’anno saranno consegnati 300 alloggi a settimana.
 
L’inchiesta sui crolli
È arrivata intanto ad un punto di svolta l’inchiesta sugli edifici crollati in seguito al terremoto: dopo sei mesi di indagini sono pronti per essere firmati 60 avvisi di garanzia destinati ai costruttori degli edifici il cui crollo ha causato vittime, ai progettisti e ai funzionari che hanno rilasciato le autorizzazioni ed effettuato i controlli.
 
L’inchiesta sulla Casa dello Studente, nel cui crollo sono morti otto ragazzi, ha rivelato un fatto sconcertante: sotto l’edificio ci sarebbe un vuoto, forse una cava di una ex fabbrica di farmaci. “È vero, c’è un vuoto – ha affermato qualche giorno fa il procuratore della Repubblica, Alfredo Rossini, durante un sopralluogo. L’ho visto con i miei occhi, ma non posso dire altro”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Leggi i risultati