Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Efficienza energetica, assegnati ai Comuni oltre 522 milioni di euro per il 2020
AMBIENTE Efficienza energetica, assegnati ai Comuni oltre 522 milioni di euro per il 2020
CONCORSI

Termoli rinnova il cinema teatro Lumière

di Daniela Colonna

Obiettivo: riqualificazione funzionale ed energetica dell'immobile

Commenti 5252

04/09/2009 - L'Associazione Casalogica di Termoli ha bandito un concorso per la riqualificazione del Cinema Teatro Lumière.

Il Cinema, posto nel cuore della città di Termoli, inaugurato nel dicembre 1996, si sviluppa su diversi livelli per una superficie complessiva di mille metri quadrati.

E' una struttura dotata di servizi igienici e di un impianto ascensore con capienza di 12 persone, possiede, tutti gli impianti occorrenti tra cui:
impianto antincendio con autoclave e gruppo elettrogeno;
impianto di condizionamento a pompa di calore;
arredamenti ed impianti tecnici di scena; impianti tecnici di proiezione e audio.

Da tempo il Cinema Teatro Lumière non dà più risultati economici soddisfacenti e pertanto la attuale proprietà ha manifestato l'intenzione di procedere alla sua cessione.

A tale proposito è stato sottoscritto un accordo preliminare per la sua vendita tra la proprietà e la Global Service Costruzioni srl, che ha deciso di promuovere un “concorso di idee” finalizzato alla riqualificazione funzionale ed energetica dell'immobile dando ampio mandato alla Associazione senza scopo di lucro Casalogica di bandire il concorso e di gestirne tutti gli aspetti.

La partecipazione al Concorso è aperta in forma anonima agli architetti e ingegneri iscritti ai rispettivi albi.

Il concorso si svolgerà in un'unica fase consistente nell'esame e valutazione, da parte della commissione giudicatrice, delle proposte progettuali presentate dai partecipanti e si concluderà con la scelta di quelle vincenti e di quella meritevole.

Intendimento dell'Ente banditore è di conoscere ulteriori possibilità di utilizzo anche in presenza di una ridotta attività cinematografica e teatrali in modo che la struttura possa divenire fonte di altri introiti.

In particolare si dovranno considerare le seguenti opzioni progettuali:
- riduzione fino ad un massimo di 200 posti a sedere della capienza della sala;
- definizione di possibili ulteriori destinazioni d'uso negli spazi disponibili finalizzate
ad incrementare gli introiti;
- previsione di accorgimenti e soluzioni tecnologiche finalizzate alla riduzione dei
consumi, dei costi di gestione e di manutenzione;
- introduzione di impianti ad energia alternativa.

Il termine di scadenza per le istanze di iscrizione e per gli elaborati è stato fissato al 20 novembre prossimo.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui