Carrello 0
A Seul “Studio Valle (1957-2007) - 50 anni di Architettura”
EVENTI

A Seul “Studio Valle (1957-2007) - 50 anni di Architettura”

di Rossella Calabrese

Una mostra sulla storia dello studio romano

07/09/2009 – Dopo le tappe italiane di Roma e Palermo, volerà in estremo oriente la mostra “ Studio Valle (1957-2007) - 50 anni di architettura ”, esposizione monografica dedicata al lavoro del noto studio di progettazione romano.
 
La rassegna, che sarà prima presentata a Seul (Corea) il prossimo 8 ottobre, in occasione della Design Olympiad 2009, e poi a Shanghai e Pechino, ripercorre la vicende professionali dell’Atelier, fondato nel 1927 da Cesare Valle e poi diretto dai figli Tommaso e Gilberto.
 
Originalità delle proposte, organizzazione meticolosa del lavoro e capacità di fornire una pluralità di servizi sono le caratteristiche vincenti del team cui, a partire dagli anni Sessanta, vengono affidati importanti progetti internazionali. A tal proposito, non si può fare a meno di ricordare il Monumento alle vittime del campo di Auschwitz Birkenau , dove - si legge nella relazione di progetto di Studio Valle - “non ci sono operazioni compositive addizionali. “Il monumento è il campo…” con la sequenzialità delle sue aggregazioni; il terreno, la testata del binario, i tralicci, i cancelli di accesso ai crematori, sono tracce non cancellabili. La struttura architettonica si configura quale vuoto, pausa isolata tra le rovine dei crematori, puntualmente lacerata in modo da offrire punti di vista multipli….Il vuoto architettonico della piattaforma è simbolo dell’impossibilità di razionalizzazione di un dramma indicibile. Dall’atto di rinuncia ad un intervento architettonico conciliante e “consolatorio”, consegue la focalizzazione sui segni di  espressione della memoria tangibile e crudele”.
 
Tra gli altri lavori in mostra si possono citare l’avanguardistico Padiglione italiano all’Expo ‘70 di Osaka, prima espressione di quella caratteristica tendenza alla sperimentazione tecnologica e alla rottura della concezione trilitica di spazio e struttura che avrebbe distinto il lavoro dei Valle d’allora in poi, il Palazzo dello sport di Milano, la nuova Fiera di Roma e le costruende nuove sedi del Consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles e della Regione Puglia a Bari.
 
Circa 90 tra modelli e plastici, disegni, particolari architettonici e tecnologici dei progetti, approfondimenti tematici affiancati a video-interviste e documentari raccontano la storia dello studio.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati