Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Appalti, no all’esclusione per condanne estinte

di Paola Mammarella

Tar Lazio: irrilevante l’incidenza del reato sulla moralità professionale

Vedi Aggiornamento del 05/11/2009
28/09/2009 – Non sono causa di esclusione da una gara di appalto le condanne estinte, anche se il reato in questione incideva sulla moralità professionale. Lo ha affermato il Tribunale Amministrativo della Regione Lazio con la sentenza 7483/2009 del 22 luglio scorso.
 
Nella fattispecie esaminata, un’amministrazione aveva accertato la presenza di condanne incidenti sulla moralità professionale del presidente di un’impresa. Le condanne, ormai estinte, non erano state dichiarate in sede di prequalifica.
 
La natura dei reati aveva fatto ritenere opportuno alla Stazione Appaltante la revoca dell’aggiudicazione. L’impresa esclusa aveva in seguito presentato ricorso basandosi sull’illegittimità del provvedimento per violazione e falsa applicazione del Decreto Legislativo 163/2006 . Tra le altre cause di illegittimità eccesso di potere per travisamento, motivazione carente, erronea, irragionevole e contraddittoria.
 
Il Codice dei Contratti Pubblici, infatti, impone di tenere conto dell’estinzione della condanna, nonostante imponga l’esclusione dei soggetti condannati per i reati di partecipazione ad organizzazioni criminali, corruzione, frode e riciclaggio.
 
Data l’estinzione della condanna per effetto di una specifica pronuncia del giudice dell’esecuzione penale, rilasciata prima della pubblicazione del bando di gara e della presentazione dell’offerta, viene meno la causa di esclusione.
 
Il Tar Lazio in un primo momento aveva dato ragione alla Stazione Appaltante per cambiare idea dopo una serie di controlli di merito. La condanna, infatti, non può avere effetto irreversibile. Allo stesso modo i soggetti condannati e successivamente riabilitati, con provvedimento formale del giudice competente, possono stipulare contratti con la Pubblica Amministrazione.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati