Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Appalti, gara unica per il socio privato

di Paola Mammarella

Servizi pubblici e lavori a società miste nel rispetto della concorrenza

Vedi Aggiornamento del 18/11/2009
26/10/2009 – Gara unica per individuare il socio privato di una società mista che gestisce un servizio pubblico. Soggetto che può coincidere con l’esecutore diretto dei lavori connessi al servizio. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia Europea con la sentenza C196/08 del 15 ottobre scorso.
 
La Corte di Giustizia è stata chiamata a pronunciarsi sulla legittimità di una procedura a evidenza pubblica indetta dall’Ato per scegliere il socio di una società mista a prevalente capitale pubblico, che ha affidato alla stessa persona la gestione operativa del servizio pubblico, ma anche i relativi lavori inerenti.
 
Dopo aver effettuato la gara, l’Ato di Ragusa non aveva proceduto all’aggiudicazione, annullando tutta la procedura per dubbia legittimità e non conformità al diritto comunitario. Successivamente per la gestione del servizio pubblico non aveva più ritenuto idonea la forma della società mista, ma quella del consorzio.
 
Decisione che ha provocato il ricorso al Tar della Sicilia da parte del concorrente risultato in precedenza aggiudicatario. Il Tribunale amministrativo durante l’analisi del caso ha sospeso il giudizio di merito, ricorrendo in via incidentale alla Corte di Giustizia Europea.
 
Contro l’aggiudicatario, sostenitore della compatibilità con il diritto comunitario dell’affidamento a una società mista, i convenuti alla causa principale difendevano invece analoghi incarichi solo a favore di società a partecipazione pubblica totalitaria, che realizzano la propria attività in collaborazione con l’ente che le controlla.
 
In base al Trattato Ce è emerso che la normativa europea non impedisce l’affidamento diretto di un servizio pubblico, che presuppone la realizzazione preventiva di determinati lavori, a una società a capitale misto, costituita appositamente per la fornitura del servizio stesso. La gara per l’affidamento deve però rispettare i principi di libera concorrenza, trasparenza e parità di trattamento.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati