Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
LAVORI PUBBLICI

Gli arbitrati restano in vigore: via libera ai ribassi negli appalti

di Paola Mammarella

Incentivate in CdM le clausole compromissorie, fissati tetti massimi ai compensi degli arbitri

Vedi Aggiornamento del 20/01/2014
Commenti 7073
27/11/2009 – Via libera in Consiglio dei Ministri al decreto legislativo su appalti e arbitrati, che recepisce la Direttiva Comunitaria 2007/66/CE. Gli arbitrati restano non solo a far parte del nostro ordinamento, ma vengono incentivati come strumento per la velocizzazione e l’abbattimento dei costi rispetto ai contenziosi ordinari.
 
Incentivi : Se la Stazione Appaltante accetta di inserire l’arbitrato all’interno del bando di gara, l’impresa potrà diventare più competitiva aumentando le percentuali di ribasso. La riduzione dei guadagni dovuta alla presentazione di un’offerta migliore, viene compensata quindi con i costi minori dell’arbitrato rispetto al giudizio ordinario. Risparmio reso possibile proprio dalla riduzione dei tempi.
 
Tutela degli operatori : Il decreto offre inoltre una maggiore tutela ai fornitori delle Pubbliche Amministrazioni in caso di gara scorretta. Il termine tra l’aggiudicazione definitiva e la firma del contratto viene allungato da 30 a 35 giorni. Nello stesso tempo si riduce da 60 a 30 giorni il tempo disponibile per presentare ricorso.
 
Compensi : In pre Consiglio era stata discussa la possibilità per i giudici di auto aumentarsi la parcella in presenza di cause complesse, abolendo la presenza di un tetto massimo. Il CdM non ha convalidato questa disposizione, fissando invece tra il 40% e il 70% delle tariffe forensi esistenti i compensi degli arbitri ( Leggi Tutto ).
 
Procedure : Prima di avviare l’arbitrato, diventa obbligatorio il ricorso all’accordo bonario. La trattativa non viene più avviata dal responsabile della stazione appaltante, ma dal mediatore unico . Carica alla quale possono accedere magistrati, esperti del Consiglio superiore dei lavori pubblici, avvocati dello Stato e dirigenti statali di prima fascia.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui