Carrello 0
NORMATIVA

Appalti, imprese collegate ammesse alla stessa gara

di Paola Mammarella

Approvato dalla Camera con voto di fiducia il disegno di legge ‘anti-infrazioni’

Vedi Aggiornamento del 03/05/2010
20/11/2009 - Prosegue in Parlamento l’iter della legge di conversione del DL 135/2009 , recante disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e l’esecuzione di sentenze emanate dalla Corte di Giustizia europea. Per la conversione in legge c’è tempo fino al 26 novembre.
 
La Camera ha convalidato senza emendamenti e articoli aggiuntivi l’articolo unico approvato dal Senato e trasmesso il 7 novembre scorso. L’operazione è stata possibile respingendo due questioni pregiudiziali. Motivo per il quale il Ministro per i rapporti con il Parlamento Elio Vito ha posto la questione di fiducia, votata mercoledì 18 novembre scorso con 320 voti favorevoli e 270 contrari.
 
Questioni pregiudiziali di costituzionalità : Secondo i deputati Vietti e Zaccaria mancherebbero i presupposti di necessità e urgenza necessari per la decretazione di urgenza, creando così un contrasto con l’articolo 77 della Costituzione.
 
I decreti legge dovrebbero inoltre contenere disposizioni di immediata applicazione, mentre gli effetti del provvedimento in esame potrebbero non solo avere inizio in un momento successivo a quello dell’entrata in vigore, ma in alcuni casi si sovrappongono alla legge Comunitaria 2009.
 
Contenuti normativi : Ricordiamo che il decreto salva-infrazioni prevede un adeguamento in materia di appalti e servizi pubblici, ma contiene anche la proroga del regime transitorio per le autorizzazioni paesaggistiche.
 
Il nuovo regime, che prevede maggiori poteri per Regioni e Soprintendenze, oltre a iter abbreviati, doveva diventare operativo all’inizio del 2009, ma è via via slittato fino a ipotizzare il 30 giugno 2010 come data possibile per l’entrata in vigore.
 
Appalti : Il decreto interviene anche sul Codice dei Contratti Pubblici, correggendo l’incompatibilità col diritto comunitario consistente nel divieto di partecipare alla stessa gara di appalto per due o più imprese collegate tra loro.
 
Altre misure: Il ddl “salva-infrazioni” regola anche la composizione delle società miste, nelle quali la partecipazione del socio privato non può essere inferiore al 40%, l’accesso agli appalti facilitato per le piccole e medie imprese, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, oltre alla gestione dei servizi pubblici.
 
Bandi a procedura ristretta : In fase di discussione è stata anche rifiutata la proposta di aumento a 1 milione di euro della soglia per i bandi a procedura ristretta, cioè quelli che per il basso importo non prevedono una procedura pubblica, ma limitano la partecipazione a un invito inoltrato a cinque imprese. La soglia, fissata inizialmente a 200 mila euro, è stata innalzata a 500 mila. Cifra considerata insufficiente rispetto alla media europea dal momento che non permette alle imprese italiane la partecipazione a bandi esteri.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati