Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
RISPARMIO ENERGETICO

Rigenerazione urbana, le risposte regionali all'espansione

di Paola Mammarella

Illustrate a Urbanpromo le soluzioni adottate dai Comuni per la tutela del territorio

Vedi Aggiornamento del 27/10/2010
Commenti 3373
17/11/2009 – Rigenerazione urbana come risposta all’espansione che ha caratterizzato i decenni passati. Se ne è discusso durante il convegno “Le politiche regionali in materia di rigenerazione urbana” alla VI edizione di Urbanpromo.
 
Presentate le esperienze dei comuni italiani, studiate in base alle specificità territoriali. Secondo l’Assessore all’Urbanistica e al Governo del Territorio per la Regione Calabria , Michelangelo Tripodi, le attività regionali possono essere inquadrate secondo due filoni principali: riqualificazione per l’ambito socio- economico e il potenziamento della mobilità sostenibile nelle aree urbane.
 
Tripodi ha sottolineato come la Giunta Regionale abbia anche voluto proporre una scelta di modello, negando la realizzazione del progetto “Europaradiso” che avrebbe comportato una costruzione massiccia in una zona incontaminata. È stato invece promosso un recupero interno.
 
Situazione simile in Basilicata , dove, come riferito da Vincenzo Santochirico, Assessore all’Ambiente, Territorio e Politiche della sostenibilità, aree molto vaste che erano state abbandonate negli anni ’60, sono state ultimamente oggetto di un nuovo riutilizzo domestico implicante anche la rigenerazione energetica attraverso l’impiego delle fonti rinnovabili.
 
L’ Umbria , rappresentata da Silvano Rometti, Assessore ai Centri storici e alla Riqualificazione urbana, ha promosso un sistema di incentivi verso soggetti privati che investono in nuove attività o si accollano la ristrutturazione di edifici antichi nei centri storici.
 
In Emilia Romagna , riporta Michele Zanelli, Responsabile del Servizio di Riqualificazione Urbana, il partenariato pubblico- privato ha avuto molto successo e sono avanzate molte proposte mirate a intervenire sui tessuti urbani, specie quelli più compromessi, con la realizzazione di interventi di edilizia sociale e operazioni di riqualificazione del territorio in molti Comuni.
 
Impegno analogo in Puglia che, come dichiarato Angela Barbanente, Assessore all’Assetto del Territorio, ha attuato l’esperienza dei PIRP, programmi Integrati per la Riqualificazione delle Periferie, che prevedono la riqualificazione di una parte di città degradata, il recupero dei complessi ERP, l’integrazione con verde alberato e strutture per il tempo libero.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa