Carrello 0
AZIENDE

Alluminio Novelis a ridottissimo impatto ambientale per un complesso londinese

11/12/2009 - Il nuovo complesso 55 Baker Street, situato a Londra nell’omonima via, è il frutto di un sapiente lavoro di ristrutturazione di un edificio dei primi anni Cinquanta. Il progetto del centro polifunzionale ha previsto la trasformazione e l’ampliamento del vecchio ufficio centrale dei grandi magazzini “Marks & Spencer”, razionalizzandone la struttura e puntando al raggiungimento dei più alti livelli di efficienza energetica.

Pur conservando la maggior parte dell’edificio esistente, lo studio londinese Make Architects ne ha ricreato l’immagine rendendolo un landmark all’interno della città. Il dinamico complesso integra uffici direzionali, centri sportivi, ristoranti, negozi e residenze e consta di otto piani fuori terra, otto nuclei di scale indipendenti e due atri centrali a tutt’altezza che consentono la diffusione all’interno della luce naturale.

L’intero organismo ritrova un’identità nel leit motiv della forma a diamante, come nei prospetti dei corpi scala e dei vani servizi, costituiti da corpi aggettanti larghi 10 m per 24 m di altezza. L’involucro, realizzato con alluminio Novelis e progettato dalla società Focchi, si compone di lamiere sagomate a diamante giustapposte tra di loro e coibentate internamente da un secondo strato di pannelli isolanti. La complessità della forma tetraedrica viene slanciata dalla forma a lama del pannello. Per ottenere tale plasticità è stato scelto un laminato in alluminio, successivamente lavorato al laser, che possiede un eccellente comportamento in fase di lavorazione, in particolare durante la piega. Questo materiale ad alta tecnologia è stato, infatti, realizzato con lega di alluminio 5005, spessore 3 mm e stato fisico H12, che consente una notevole formabilità pur garantendo un alto livello di resistenza.

La brillantezza della lamiera, che si contrappone al colore della pietra Portland esistente, è stata ottenuta con una finitura ossidata argentea, effetto garantito dalla composizione chimica della lega, studiata per ottenere il caratteristico aspetto metallico una volta anodizzata. La produzione e la qualità dell’alluminio vengono controllate entro stretti parametri di tolleranza, che garantiscono l’altissima qualità del prodotto e l’omogeneità del supporto, che non cambia colore e brillantezza dopo l’ossidazione.

Per il complesso 55 Baker Street è stato utilizzato alluminio a ridottissimo impatto ambientale. La sua produzione ha, infatti, richiesto solamente il 5% dell’energia normalmente necessaria per l’estrazione e la lavorazione, riducendo, di conseguenza, del 95% le emissioni di CO2.

NOVELIS su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati