Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus facciate e bonus verde verso la proroga al 2021
NORMATIVA Ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus facciate e bonus verde verso la proroga al 2021
NORMATIVA

Piano Casa Sardegna, ampliamenti non frazionabili

di Paola Mammarella

Divieto di alienazione separata per gli aumenti volumetrici, considerati pertinenza dell’edificio principale

Vedi Aggiornamento del 25/02/2011
Commenti 14394
21/12/2009 – Modificato il Piano Casa della Sardegna. La Giunta Regionale ha dato il via libera a un disegno di legge che dispone l’integrazione della L.R. 4/2009 per il sostegno all’economia mediante il rilancio del settore edilizio e la programmazione di interventi di valenza strategica.
 
Contenuti del disegno di legge :Il ddl interviene su diversi aspetti della legge sul Piano Casa, come il completamento della disposizione per l’istituzione della Commissione per la qualità architettonica, la revisione dei Piani paesaggistici regionali, le modalità di ampliamento, la dotazione di parcheggi e la proroga dei termini a disposizione dei Comuni.
 
Ampliamenti : Gli aumenti volumetrici, realizzati secondo le modalità previste dalla legge regionale, costituiscono una pertinenza inscindibile dall’immobile principale. Non possono quindi essere frazionati o alienati separatamente. Prorogati anche i termini previsti per le procedure di accatastamento degli immobili ampliati, che devono essere avviate entro i 30 giorni precedenti alla presentazione della Dia o alla richiesta del permesso di costruire. La versione originale prevedeva invece un termine di 30 giorni dall’entrata in vigore della legge.
 
Parcheggi : Gli interventi di ampliamento volumetrico implicano il reperimento di spazi per i parcheggi che, in caso di dimensioni inferiori ai 20 metri quadri, possono essere monetizzati dal Comune in cui si trova l’immobile.
 
Comuni : Posticipati al 30 aprile 2010 i termini a disposizione degli enti locali per individuare gli immobili in contrasto con i caratteri architettonici e tipologici dei centri storici. Il divieto di applicazione del Piano Casa è inoltre esteso alla pericolosità idrogeologica elevata o molto elevata anche nei casi di demolizione e ricostruzione.
 
Copianificazione Ministero – Regione : L’articolo 11 disposizione riguarda l’aggiornamento e la revisione del Ppr, Piano paesaggistico regionale, procedura che in base al Codice del paesaggio necessita della cooperazione tra Regione e Ministero dei Beni Culturali.
 
Dopo l’entrata in vigore della Legge 4/2009, infatti, è iniziata una collaborazione per la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra le due istituzioni per la regolamentazione dell’attività pianificatoria. L’articolo 11 prevede infatti che la Giunta aggiorni il Ppr con periodicità biennale attraverso una delibera, da pubblicare sul Bollettino Ufficiale, in merito alla quale possono essere presentate osservazioni nei 30 giorni successivi.
 
Qualità architettonica : Il disegno di legge approvato introduce nel Piano Casa una norma finanziaria che regola i corrispettivi dovuti ai componenti della Commissione per la qualità architettonica. Ricordiamo che la Commissione è stata istituita dalla L.R. 4/2009 per fornire supporto tecnico in caso di interventi su immobili ricadenti in aree di particolare pregio paesaggistico e ambientale.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
enrico

demolendo e ricostruendo con premio volumetrico, gli "ampliamenti" non sono identificabili (per esempio una cucina oppure una camera ecc. aggiunte al corpo originario e considerate pertinenze dell'immobile), ma la volumetria aggiuntiva viene utilizzata per nuove e diverse costruzioni (per esempio costruisco due case invece di una) come consentito dalla legge stessa . in tal caso dovrebbe essere possibile l'alienazione .